Così come ho già fatto il 19 agosto relativamente ai pagamenti per il lavoro svolto nel mese di luglio (http://www.pozzuoli21.it/eletti-e-nominati-ecco-quanto-ci-costano-i-politici-puteolani/), anche oggi vi propongo il prospetto di quanto i consiglieri comunali hanno percepito, stavolta nel trimestre compreso tra il 1°agosto ed il 31 ottobre. Le determine dirigenziali relative a questi calcoli  sono tre,  tutte firmate dal segretario generale Matteo Sperandeo: la 1475 del 10 settembre (http://servizi.comune.pozzuoli.na.it/albopretorio/DettaglioElemento.aspx?id=14794), la 1624 del 7 ottobre (http://servizi.comune.pozzuoli.na.it/albopretorio/DettaglioElemento.aspx?id=15080) e la 1880 del 12 novembre (http://servizi.comune.pozzuoli.na.it/albopretorio/DettaglioElemento.aspx?id=15483)

44.744,64 euro la cifra complessiva sborsata dal Comune per i tre mesi  in questione (7.650 euro ad agosto, 17.766,71 euro a settembre, 19.327,93 a ottobre): una media mensile di 14.918,88 euro, inferiore del 17% a quella di luglio (mese in cui la spesa per i consiglieri fu di 18.004,88 euro), per ovvi motivi legati al periodo delle ferie estive, che ha diradato notevolmente l’attività politica, soprattutto nel mese di agosto, quando ciascuno degli eletti mediamente ha intascato il corrispettivo di soli 11 gettoni di presenza (circa 330 euro lordi) tra consiglio comunale e commissioni consiliari.

Allo stesso modo del precedente “report” su questo argomento, devo ricordare che il calcolo dei compensi è completamente diverso tra Amministrazione e Consiglio Comunale.

Sindaco e Giunta, infatti, percepiscono uno “stipendio” fisso a titolo di indennità di funzione. Così come è scritto nella determina dirigenziale numero 143 del 23 gennaio 2013  (per leggerla clicca su http://servizi.comune.pozzuoli.na.it/albopretorio/DettaglioElemento.aspx?id=12330), il Sindaco percepisce ogni mese 3.842,45 euro mensili lordi, il vicesindaco 2.881,44 euro mensili lordi, mentre presidente del consiglio comunale e assessori non dipendenti oppure dipendenti in aspettativa percepiscono 2.305,47 euro mensili lordi, soldi che si dimezzano se presidente del consiglio o assessori sono dipendenti non in aspettativa.

Lo stanziamento complessivo annuale per l’Amministrazione ammonta a 225.000 euro, ossia 18.750 euro mensili.

Il lavoro dei consiglieri comunali viene invece retribuito a “presenza” e remunerato con un gettone di 30 euro lordi per ogni partecipazione certificata ad una seduta di commissione consiliare (ogni consigliere fa parte di due commissioni consiliari  e ciascuna commissione può riunirsi anche più volte  ogni giorno lavorativo del Municipio)  e di consiglio comunale.

La norma però prevede (all’articolo 82 comma 2 del decreto legislativo numero 267/2000, ossia il Testo Unico degli Enti Locali) che “in nessun caso l’ammontare percepito nell’ambito di un mese da un consigliere può superare l’importo pari ad un quarto dell’indennità massima prevista per il sindaco”.

In pratica, visto che l’indennità massima prevista per il Sindaco è di 3.842,45 euro lordi mensili, nessun consigliere comunale può superare il 25% di questa quota e dunque non può percepire mensilmente più di 960,61 euro lordi al mese.

In pratica, dopo la 32^presenza istituzionale mensile, pari ad un importo di 960 euro lordi, i consiglieri lavorano gratis, potendo percepire al massimo soltanto altri 61 centesimi complessivi a partire dalla 33^presenza per non “sforare” i limiti stabiliti dalla legge nel rapporto massimo tra i loro compensi e l’indennità del Sindaco.

Va sottolineato come dato positivo, che tra agosto ed ottobre, il 70% dei consiglieri comunali (ben 16 su 23: il 24°, ossia il presidente consiliare Enrico Russo, percepisce infatti uno stipendio fisso legato alla carica) ha accumulato molte più presenze rispetto al tetto massimo retribuibile.

Per avere un’idea, se a questi consiglieri la legge avesse consentito il pagamento di tutte le presenze accumulate tra agosto ed ottobre (e non un massimo di 32 mensili), si sarebbero divisi un “tesoretto” di ulteriori 5.895,36 euro.

Nella scheda sottostante, infatti, per ogni consigliere, oltre all’importo complessivo lordo percepito nel trimestre ed alla media mensile lorda, c’è appunto la voce relativa ai cosiddetti “importi non percepiti per surplus di presenze”, cioè la differenza tra quanto realmente incassato con i limiti fissati dalla legge e quanto invece avrebbero dovuto incassare se questi limiti non ci fossero stati.

Il più generoso in questa speciale “classifica” (così come anche a luglio) è risultato il consigliere Tito Fenocchio (1.048,78 euro di gettoni a cui ha dovuto rinunciare nel trimestre, per “eccesso” di presenze), seguìto da Elio Buono (-778,78 euro), Lucio Terracciano (-718,78), Gigi Manzoni (-659,39) Pietro De Vito (-598,78),  Raffaele Visconti (-298,78),  Salvatore Caiazzo e Michele Luongo (-269,39 ciascuno), Gennaro Testa, Mario Massimiliano Cutolo e Tommaso Pollice (-268,78 ciascuno), Antonio Di Bonito (-149,39), Ciro Del Giudice (-119,39), Mimmo Pennacchio (-89,39), Maurizio Orsi (-59,39) e  Guido Iasiello (-29,39).

Nel ricordarvi che qualsiasi atto pubblicato dal Comune di Pozzuoli è reperibile direttamente da questo blog, cliccando su http://www.pozzuoli21.it/albo-pretorio/ per accedere direttamente alla sezione di “Pozzuoli 21” dedicata esclusivamente a questo servizio, ecco, di seguito, nel dettaglio la “classifica” delle presenze e dei compensi di ciascun consigliere comunale per il trimestre da agosto ad ottobre.

Da questo elenco, lo ricordo ancora, è ovviamente escluso il presidente del consiglio comunale Enrico Russo, il quale, percependo già un’indennità di funzione per la propria carica, partecipa alle riunioni di commissione e di consiglio comunale senza avere diritto al pagamento di alcun gettone di presenza.

 

Tito Fenocchio (Uniti per la Libertà)

124 presenze complessive (122 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.671,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 890,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 1.048,78 euro

 ***

Lucio Terracciano  (Pd)

113 presenze complessive (111 in  commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.671,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 890,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 718,78 euro

 ***

Pietro De Vito (Pdl)

109 presenze complessive  (107 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.671,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 890,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 598,78 euro

 ***

Gennaro Testa  (Pd)

88 presenze complessive (86 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.371,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 790,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 268,78 euro

 ***

Elio Buono (Pd)

104 presenze complessive (102 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.341,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 780,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 778,78 euro

 ***

Mario Massimiliano Cutolo (Udc)

86 presenze complessive  (85 in commissione + 1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.311,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 770,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 268,78 euro

 ***

Guido Iasiello  (Pdl)

78 presenze complessive (77 in commissione +1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.310,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 770,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 29,39 euro

***

Salvatore Caiazzo  (Pd)

84 presenze complessive (82 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.250,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 750,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 269,39 euro

 ***

Ciro Del Giudice  (Pd)

79 presenze complessive (78 in commissione + 1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.250,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 750,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 119,39 euro

 ***

Raffaele Visconti (Sel)

84 presenze complessive (82 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.221,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 740,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 298,78

 ***

Michele Luongo (Sel)

81 presenze complessive (79 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.160,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 720,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 269,39 euro

***

Tommaso Pollice  (Udc)

80 presenze complessive (79 in commissione + 1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.131,22 euro

Media importo lordo percepito mensile: 710,41 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 268,78 euro

 ***

Maurizio Orsi  (Udc)

72 presenze complessive  (71 in  commissione + 1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.100,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 700,20

Importi non percepiti per surplus di presenze: 59,39 euro

 ***

Mimmo Pennacchio (Pd)

72 presenze complessive (70 in commissione +2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.070,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 690,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 89,39 euro

 ***

Sandro Cossiga (Udc)

69 presenze complessive (67 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.070,00 euro

Media importo lordo percepito mensile: 690,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

***

Gigi Manzoni (Pd)

90 presenze complessive  (88 in commissione + 2 in  consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 2.040,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 680,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 659,39 euro

 ***

Paolo Tozzi (Verdi)

62 presenze complessive (60 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 1.860,00 euro

Media importo lordo percepito mensile: 620,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

 ***

Vincenzo Bifulco (Pozzuoli.Bene Comune)

58 presenze complessive (56 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 1.740,00 euro

Media importo lordo percepito mensile: 580,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

 ***

Antonio Di Bonito (Pozzuoli.Bene Comune)

61 presenze complessive (60 in commissione + 1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 1.680,61 euro

Media importo lordo percepito mensile: 560,20 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 149,39 euro

 ***

Filippo Monaco (Pdl)

40 presenze complessive (39 in commissione +1 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 1.200,00 euro

Media importo lordo percepito mensile: 400,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

***

Vincenzo Daniele (Pd)

20 presenze complessive (18 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 600,00 euro

Media importo lordo percepito mensile: 200,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

 ***

Salvatore Maione  (Fli)

18 presenze complessive (17 in commissione + 1 in  consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 540,00 euro

Media importo lordo percepito mensile: 180,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

 ***

Niki Della Corte (Pd)

16 presenze complessive (14 in commissione + 2 in consiglio comunale)

Importo lordo percepito nel trimestre: 480,00 euro

Media importo lordo percepito mensile:  160,00 euro

Importi non percepiti per surplus di presenze: 0

 ***

Spesa complessiva totale per i consiglieri nel trimestre:                                            

44.744,64 euro

***

Media mensile spesa complessiva totale per i consiglieri nel trimestre:        

14.914,88  euro

***

Media mensile spesa per consigliere comunale nel trimestre:                                    

648,47 euro