sabato, Giugno 22, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Governo giapponese garantirà prestiti a produttore chip Rapidus

Compagnia punta a costruire processori da 2 nanometri

Roma, 30 mag. (askanews) – Il governo giapponese porrà la sua garanzia per i prestiti ottenuti dal produttore di chip Rapidus, con l’obiettivo di sostenere la produzione di massa di semiconduttori avanzati. Lo scrive oggi il Nikkei.

Il ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria nipponico presenterà un piano per un disegno di legge venerdì, con l’obiettivo di garantire prestiti a Rapidus, che sta cercando di produrre in massa chip avanzati nell’isola settentrionale di Hokkaido entro il 2027, con un budget stimato di 5mila miliardi di yen (29,3 miliardi di euro).

Tokyo ha già impegnato un sussidio governativo di 920 miliardi di yen (5,4 miliardi di euro) per la startup di chip. Tuttavia, il produttore di chip ha avuto difficoltà ad ottenere prestiti dalle banche perché le istituzioni finanziarie sono riluttanti a concedere prestiti a Rapidus. Solo un piccolo numero di aziende, tra cui SoftBank e Toyota Motor, hanno investito un totale di 7,3 miliardi di yen (42,8 milioni di euro) nella venture.

Per raggiungere l’obiettivo di produrre in massa chip nel 2027, Rapidus deve avere gli strumenti necessari entro il 2025. La mancanza di finanziamenti dalle banche è considerata un ostacolo per la startup di chip nella produzione di prodotti all’avanguardia con una dimensione inferiore a 2 nanometri, attualmente non disponibili in Giappone.

spot_img

Latest Posts

spot_img
spot_img
spot_img

ALTRI ARTICOLI

ARTICOLI PIU' LETTI