Ricevo e pubblico

Egregio signor Pontillo, le scriviamo per farle presente che nel suo articolo pubblicato  il giorno due novembre 2019 sul blog Pozzuoli 21 dal titolo  “Roma-Napoli “ipnotizza” anche due vigili urbani: fermano la pattuglia (in divieto), vanno al bar e vedono la partita”, si fa riferimento ad un comportamento che gli scriventi avrebbero tenuto, assolutamente non rispondente alla verità ed altamente lesivo della propria onorabilità nonchè della funzione che rivestita.

In detto articolo si fornisce come un fatto realmente accaduto la circostanza che …  “come testimoniano alcune foto scattate intorno alle 16.35 di oggi da un cittadino e inviateci a nome di alcuni residenti e commercianti di via Roma, la coppia di caschi bianchi si è fermata nel gazebo di un bar ubicato su quella strada e non ha resistito al desiderio di  vedere cosa stesse combinando la squadra di Ancelotti.

Purtroppo lei ha riportato tali affermazioni senza alcuna verifica circa la loro fondatezza.

La verità è che i sottoscritti, in servizio con il turno 14,30–20.30, hanno iniziato il loro lavoro presso il Cimitero di Pozzuoli, in occasione della festività dei morti.

Intorno alle 16,15 il loro comando, essendo cessata la grande affluenza di visitatori, li invitava a spostarsi presso il centro storico per un’azione di controllo.

Giunti a via Roma erano costretti a sanzionare tre automobilisti che avevano parcheggiato in divieto le loro auto, in prossimità del supermercato Flor do cafè (cfr. verbali delle 16,30). Successivamente si recavano verso via Colombo, e sempre su via Roma, vedevano altre due auto in sosta.

Avendo notato le auto con i finestrini aperti, e quindi in apparente fermata temporanea, entravano nel bar, per invitare, in via bonaria, i possibili proprietari a rimuoverle, non avendo intenzione di vessare i cittadini, laddove con un po’ di buon senso è possibile evitare di irrogare la sanzione.

Nell’occasione usufruivano del bagno ed il Luogotenente De Rosa, accettava un caffè offerto da un parente.

Dopo solo pochi minuti, riprendevano il loro servizio, senza assolutamente indugiare a vedere la partita.

Pertanto la verità è completamente diversa e chi ha scattato quella foto lo ha fatto in mala fede, volendo colpire chi quotidianamente compie il proprio dovere, anche se, purtroppo, spesso consiste nel sanzionare i cittadini, cosa per la quale si innesca una reazione negativa e di vendetta nei confronti degli appartenenti al corpo dei Vigili Urbani.

Nel ringraziarla, la invitiamo a pubblicare questo nostro contributo.

Luogotenente Nicola De Rosa
Assistente Giuseppe D’Oriano

Commenti