HomePrimo PianoI familiari di un...
spot_imgspot_img
spot_img

I familiari di un defunto ringraziano il personale dell’ospedale: “Con la vostra umanità si è sentito amato fino all’ultimo giorno di vita”

Ricevo e pubblico*

Egregio Direttore, siamo i familiari del defunto Salvatore Zampone. In un periodo storico dove l’individualismo e l’egoismo regna sovrano, con questa nostra lettera oggi vogliamo accendere un barlume di speranza e di ottimismo.

Quello di cui vogliamo parlare oggi non è della solita malasanità. Ebbene sì, paradossalmente siamo in controtendenza, perché vogliamo parlare e portare a conoscenza tutti che abbiamo scoperto la parte  buona e sana  di cui nessuno ne parla o ne parla troppo poco.

Ci rivolgiamo al personale che lavora all’intero del reparto Covid dell’Ospedale di Pozzuoli: Primario,  medici,  infermieri ed operatori Socio Sanitari.

Con questa nostra lettera desideriamo risaltare, oltre le loro doti professionali, anche quelle umane dimostrate che sono andate oltre le loro mansioni, qualità che a parere nostro sono merce rara al giorno d’oggi e per questo elogiate.

Nostro padre è stato ricoverato per circa un mese all’interno di quel reparto, precisamente dal 13 dicembre al 9 gennaio. Durante questo periodo abbiamo potuto constatare quotidianamente, tramite la sua diretta testimonianza avvenuta telefonicamente ed anche tramite  video chiamate,  che l’umanità di queste persone ha fatto sì che durante tutto il periodo di degenza nostro padre non si è mai sentito mai un estraneo in quel reparto, bensì gli è stato trasmesso un calore ed un affetto tale da riuscire in parte a sopperire a quello familiare,  cosa non da poco considerando anche il periodo particolare ricadente nelle festività natalizie che fino a quel momento aveva sempre trascorse in famiglia.

L’epilogo purtroppo non è stato dei migliori, come anche si deduce in apertura, perché nostro padre non ce l’ha fatta, ma siamo sicuri che durante tutto il periodo di degenza non si è mai sentito solo ed abbandonato essendo stato circondato da affetto incondizionato e disinteressato da parte di quelle belle e brave persone.

A tutti loro non possiamo far altro che dire grazie pubblicamente per quello che hanno fatto per nostro padre, auguriamo a loro le cose più belle che la vita possa offrire  sperando che il loro modo di lavorare possa essere d’esempio per tanti.

Con l’occasione ci rivolgiamo al Direttore Sanitario e chiunque altro di competenza di voler prendere in considerazione, anche in sede di eventuale valutazione, questa lettera di elogio affinché a quel personale sia  riconosciuto il giusto merito, perché i protagonisti di questa storia sono loro e sono proprio loro che oggi hanno fatto onore al vostro ospedale.

Prima di concludere, vogliamo rivolgere anche un ringraziamento anche a Lei, direttore di questo blog, senza il quale non avremmo potuto eternare il nostro pensiero.

A tutti vogliamo dire ancora Grazie.

*I familiari del defunto Salvatore Zampone

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati