Uno sfogo amaro, dettato dalla rabbia provocata dal vedersi continuamente multato per un divieto di sosta che ritiene moralmente e tecnicamente ingiusto.

E’ quello che un residente in viale Capomazza ha affidato a Facebook per lamentarsi dell’ennesima contravvenzione beccata per “intralcio al traffico” dell’auto parcheggiata sotto casa sua, in un giorno festivo, quando, in tutti gli altri giorni della settimana, in quella stessa strada si scatena l’inferno e tutti impunemente fanno ciò che vogliono.

Una lamentela dura, senza giri di parole, che pubblichiamo (su richiesta del diretto interessato) affinché diventi motivo di riflessione per chi, come il sindaco Figliolia, non solo rappresenta la massima carica governativa della città ma ha anche la delega alla polizia municipale.