Il nuovo corridoio pedonale di via Carmine: nel riquadro, l'edicolante Franco Riccio

E’ terminata con un gesto di buon senso da parte del Comune la singolare “provocazione” di Franco Riccio, storico edicolante del rione Carmine, che due settimane fa aveva affisso divieti di sosta artigianali nei pressi della sua attività per consentire ai pedoni il transito senza correre il rischio di essere investiti.

Vigili urbani e ufficio segnaletica del Municipio hanno infatti constatato l’enorme pericolo a cui erano sottoposti tutti i giorni specie i bambini diretti al plesso “Marconi” e, con l’ausilio di alcuni dissuasori, hanno ottenuto, dalla ditta esecutrice dei lavori nella villetta, la realizzazione di un corridoio pedonale tra l’area di cantiere  e un tratto di strada fino al ciglio del marciapiede.

Si sono dunque persi temporaneamente quattro posti-auto ma si è contribuito a scongiurare non improbabili investimenti.

Complimenti vivissimi a Franco Riccio; un po’ meno a chi, istituzionalmente preposto a tutelare la sicurezza dei cittadini, avrebbe dovuto prendere provvedimenti senza attendere che un commerciante del posto lanciasse l’allarme a modo suo.