HomeRubricheIl furto ad un...
spot_imgspot_img
spot_img

Il furto ad un collega di lavoro si paga col licenziamento

a cura di Carlo Pareto (responsabile relazioni esterne Inps Pozzuoli)

Il furto ai danni di un collega si paga con il licenziamento. Lo dice la Cassazione, sottolineando come, al di là dell’entità del bene sottratto, è l’atto in sé che “incrina il rapporto di fiducia” tra lavoratore e azienda tale da giustificare la massima sanzione. In questo modo, la sezione Lavoro (sentenza 1814) ha respinto il ricorso di Marco M. che nell’agosto 2006 si era visto licenziare dal datore di lavoro, a Forlì, “per motivi disciplinari” per avere sottratto lo zainetto a un collega. Inutile la difesa del lavoratore espulso che, in Cassazione, ha sostenuto anche l’ipotesi dell’appropriazione indebita di cose smarrite. La Suprema Corte ha convalidato la decisione della Corte d’appello di Bologna (gennaio 2010) anche sulla base del fatto che il dipendente, a furto avvenuto, aveva tentato di “impedire il pieno accertamento dei fatti e delle sue responsabilità”. Nel dettaglio, la Suprema Corte, dando l’ok al licenziamento di Marco M., ha ricordato che, “ai fini della valutazione di proporzionalità” dell’espulsione, “non appare decisiva l’assenza di danno patrimoniale per la società”. Per stabilire se i fatti addebitati al lavoratore siano o meno “giusta causa di licenziamento – spiega la Cassazione – si deve tenere conto dell’incidenza del fatto sul particolare rapporto fiduciario che lega il datore di lavoro e il lavoratore, delle esigenze poste dall’organizzazione produttiva e delle finalità delle regole di disciplina postulate da questa organizzazione”.

Di conseguenza, “un fatto costituente reato contro il patrimonio, ancorché determinato da un danno patrimoniale di speciale tenuità, alla stregua della legge penale, può essere considerato di notevole gravità nel diverso ambito del rapporto di lavoro, tenuto conto della natura del fatto, della sua sintomaticità e delle finalità della regola violata”.

spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati