In attesa che arrivino quelle promesse dal Governo a partire dalla prossima settimana, a Pozzuoli c’è chi continua a mostrare buon cuore verso i propri concittadini.

La storia che vi raccontiamo oggi è quella della farmacia “Elisa” di Monterusciello, dove da sabato scorso a chiunque è consentito di ritirare gratis una mascherina.

La fornitura di questi dispositivi di protezione individuale (in “tessuto non tessuto” lavabile) è stato ovviamente acquistata a proprie spese dalla famiglia Andreozzi (titolare del punto vendita) e messa a disposizione di chi ne ha bisogno, clienti o semplici avventori.

“Ne abbiamo già regalate duemila in cinque giorni e siamo in procinto di donarne un migliaio anche nostro ospedale – ci spiegano i proprietari della farmaciaNon ce la facevamo più a vedere persone in giro con mascherine improvvisate in carta forno o realizzate artigianalmente ma in modo non corretto e così ci siamo sentiti in dovere di fare qualcosa per la collettività. Ovviamente, ci appelliamo al buon senso della gente: invitiamo ad essere altruisti e a regolarsi in modo da consentire che questa nostra iniziativa sia utile a quante più famiglie è possibile. Un gesto di umanità non prevede regole, però è fondamentale che nessuno tenti di accaparrarsi queste mascherine, la cui quantità a nostra disposizione può essere sufficiente per tutti coloro che ne sono realmente sprovvisti, ma non è certo infinita”.

Patti chiari, amicizia lunga, dunque. Nessuno le vada a chiedere se ne ha già in casa, nessuno provi ad oltrepassare i limiti della decenza se ne è sfornito e tutti si mettano in fila ordinatamente, e ovviamente a distanza di sicurezza di almeno un metro, per ricevere il dono: senza pretendere più di quanto sia lecito e opportuno in questi momenti in cui la solidarietà e la misura nelle cose sono essenziali.

Perché sapete come si dice, no? Per colpa di qualcuno, poi va a finire che non si fa più credito a nessuno!