lunedì, Luglio 15, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Intesa sulle nomine Ue: sì a Von der Leyen, Costa e Kallas

Italia fuori da tavolo trattative punta a Fitto commissario

Milano, 25 giu. (askanews) – I tre grandi gruppi politici europei hanno trovato l’accordo su chi guiderà l’Europa nei prossimi anni.Tre le alte cariche al centro dell’intesa fra i negoziatori del Ppe, i socialisti di S&D, e i liberali di Renew: la presidenza del Consiglio europeo, per cui è stato scelto l’ex premier socialista portoghese Antonio Costa al posto del liberale Charles Michel; la presidenza della Commissione europea, dove è stata confermata per un secondo mandato Ursula von der Leyen, del Ppe; e poi il ruolo di Alto Rappresentante per la Politica estera e di sicurezza, comune, che andrà alla premier estone Kaja Kallas (liberale), e sostituirà il socialista Josep Borrell.Fuori dal tavolo delle trattative il Partito dei Conservatori e dei Riformisti Europei (Ecr) di cui fa parte Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. La premier ha aperto i suoi negoziati per un ruolo da commissario di peso e il nome su cui punta sarebbe quello del ministro per gli Affari europei Raffaele Fitto. Attesa dunque per le parole di Meloni che terrà la sua relazione sulle nomine davanti al Parlamento mercoledì 26 giugno.Poi la ratifica ufficiale da parte dei leader dei Ventisette al Consiglio europeo, che si riunisce giovedì 27 e venerdì 28 giugno a Bruxelles.

spot_img

Latest Posts

spot_img
spot_img
spot_img

ALTRI ARTICOLI

ARTICOLI PIU' LETTI