HomeRubricheInvalidità civile: intesa Inps-Regione

Invalidità civile: intesa Inps-Regione

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

a cura di Carlo Pareto (responsabile relazioni esterne Inps Pozzuoli)

La Direzione Regionale della Campania dell’Inps e la Regione Campania hanno recentemente sottoscritto un protocollo d’intesa in base al quale, a partire dal 1° luglio, in via sperimentale e per la durata di un anno, l’accertamento e la rivedibilità dei requisiti sanitari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità di competenza dell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino saranno affidati all’Istituto di previdenza. L’Ente assicuratore è subentrato, quindi, dal corrente mese di luglio nell’esercizio di tutte le funzioni di accertamento e di rivedibilità dei requisiti sanitari finora di competenza delle Commissioni mediche della Asl di Avellino. L’Inps subentrerà anche nella gestione delle domande di accertamento tuttora giacenti presso la Asl di Avellino. Entro dieci giorni dalla sottoscrizione del Protocollo sperimentale d’intesa, e comunque prima dell’avvio effettivo dell’operazione di subentro dell’Inps, l’Asl ha infatti consegnato all’Istituto gli elenchi e i fascicoli sanitari relativi ai:  soggetti che hanno presentato istanze ancora giacenti presso la Asl per le quali non è stato ancora attivato l’iter amministrativo entro il 1° luglio e che sono ancora nei termini di legge per la fissazione degli appuntamenti;  soggetti per i quali nel verbale è prefigurata una scadenza di revisione successiva al subentro dell’Inps nelle funzioni di accertamento;  soggetti che hanno presentato richieste giacenti presso le Asl, per le quali è stato superato il termine massimo per la definizione del procedimento in relazione alla notifica dell’appuntamento della visita medica.  Restano a carico della Asl la gestione e l’onere delle controversie relative all’attività svolta dalla Asl prima del 1° luglio e la responsabilità per i ritardi e i disservizi relativi alle domande inevase alla data del subentro dell’Inps. L’Ente previdenziale e la Regione Campania predisporranno congiuntamente forme di monitoraggio e di verifica delle attività svolte in relazione alla tempestività del servizio erogato. L’Istituto si impegna inoltre ad assumere le funzioni di accertamento e di rivedibilità dei requisiti sanitari di invalidità, cecità e sordità civile, handicap e disabilità anche per tutte le altre Asl della Campania entro il termine di durata del protocollo d’intesa appena firmato.

spot_img

Ultimi articoli pubblicati