Ricevo e pubblico*

Salve Signor Pontillo, sono una sua concittadina, ahimè purtroppo ho domicilio e residenza al Comune di Pozzuoli.

Sono rientrata da un paese estero e sono stata abbandonata a me stessa.

Sono una ragazza, ho 23 anni e sto cercando di salvaguardare me e chi mi sta attorno e ho fatto richiesta per effettuare un tampone.

Faccio un appello per me e per tanti altri concittadini che stanno rientrando da paesi esteri e stanno riscontrando un’inefficienza con l’Asl Napoli 2 Nord.

Sono giorni che contatto l’Asl di Pozzuoli: numeri inattivi, inesistenti, occupati.

Addirittura ci è stato fornito un numero da contattare, dalla pagina del Sindaco, ma praticamente inutile.

Non so più a chi riferirmi, viene emanata un’ordinanza ma non sanno neanche come gestire alcune situazioni.

Io sono allibita e demoralizzata.

Purtroppo il medico di base in questa situazione può fare ben poco, lui ha mandato la segnalazione per me ma non può fare altro.

Io rientro da un paese estero e per ordinanza sono obbligata al tampone.

Vorrei farlo ma mi sembra impossibile, sono stata in contatto con l’ospedale Santa Maria delle Grazie ma chi mi ha risposto non sapeva neanche cosa stessi dicendo e mi ha detto: “Non so come aiutarla, provi a chiamare sempre…”.

*Martina P.