HomenewsLa Cisl a Figliolia:...

La Cisl a Figliolia: “Se il Comune rischia il dissesto non è per colpa dei dipendenti comunali”

spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico la lettera indirizzata dalla Cisl Funzione Pubblica di Napoli e Pozzuoli al sindaco Enzo Figliolia, all’assessore al personale Franco Cammino, alla Giunta Comunale, ai consiglieri comunali e a tutti i lavoratori del Comune di Pozzuoli  

La Cisl Funzione Pubblica di Napoli e Pozzuoli, intende esprimere una posizione, in riferimento alle linee di indirizzo emerse nel corso del Consiglio comunale del giorno 11 giugno (https://www.pozzuoli21.it/figliolia-in-pensione-anticipata-i-comunali-piu-anziani-per-salvare-il-municipio-dal-dissesto/) volte ad equilibrare il bilancio comunale, pena il dissesto dell’Ente.  

Che la situazione sia effettivamente grave è riscontrabile in quasi tutti i comuni del nostro territorio e, più generalmente, di quello nazionale, per effetto di una politica del Governo centrale cieca e per nulla lungimirante.

Il solo pensiero di risanare i conti dello Stato, attraverso i mancati trasferimenti del governo, scaricando sui comuni il compito di “gabelliere”, aumentando i tributi sui cittadini già provati dall’enorme mole di tasse da pagare, è il chiaro segnale di voler scaricare sui piccoli le responsabilità di tutti.

E’ altrettanto vero che la politica delle entrate e della lotta all’evasione e all’elusione nel Comune di Pozzuoli, nel passato, è stata blanda e, in alcuni casi, inesistente, al punto da creare un enorme fondo di residui attivi che oggi sono messi in discussione nella loro esigibilità.

Fatta questa veloce analisi (ma sicuramente da approfondire in seguito) dei motivi principali che stanno portando, si ripete, la quasi totalità dei comuni al dissesto finanziario, sembra alla Scrivente sembra riduttivo e pericoloso pensare di risolvere il problema con il semplice taglio del salario accessorio e al pensionamento anticipato, creando dei danni ingenti a tutti i lavoratori,  in quanto passerebbe il messaggio che il Comune di Pozzuoli è avviato verso il dissesto per colpa dei dipendenti comunali.

Nel confutare tale pericolosa teoria, si vuole invece sottolineare che, se ad oggi il Comune di Pozzuoli non è andato in dissesto, è anche per effetto di trasferimenti dello Stato, che arrivavano per il funzionamento delle spese occorrenti per il personale.

Comunque, ad ogni buon conto, questa Organizzazione Sindacale è stata sempre a favore di un sistema di coinvolgimento e di condivisione dei problemi seri che attanagliano la pubblica amministrazione, per cui non si sottrae oggi al confronto, nella ricerca di soluzioni importanti che coniughino gli interessi della città con quelli dei lavoratori, alla ricerca di uno sforzo comune che eviti di danneggiare una parte a favore di una controparte.

Pertanto, nel dichiarare la propria disponibilità, sin da ora, al necessario confronto sindacale, si chiede di voler istituire immediatamente un tavolo sindacale per “attenzionare” con urgenza e risoluzione la problematica su esposta.

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati