Agostino Rossi con Neymar




Non sarà  facile dimenticare il 46° compleanno per Agostino Rossi, pizzaiolo di Monterusciello trasferitosi da quasi due anni a Parigi (di lui scrivemmo già al momento della partenza) e che proprio quando ha spento le candeline si è trovato catapultato nel mondo del calcio vip d’oltralpe, in cui pare che abbia proprio sfondato.

Con i suoi colleghi del food track “Pizza del Popolo” (il proprietario Francesco Sagliano e Johnny Squintu), infatti, Agostino ha organizzato ben tre “pizzate” in quattro giorni per calciatori e dirigenti del PSG.

Tutto è nato dalla curiosità di Marcos Marquinhos (nella foto con Agostino Rossi), il difensore della nazionale brasiliana e della formazione che incontrerà l’Atalanta nel prossimo turno di Champions, che, attirato da questo furgone sempre presente all’esterno del Parco dei Principi (lo stadio del Paris Saint Germain), ha voluto affidarne al titolare ed ai due suoi collaboratori la cucina di casa mercoledì scorso, in occasione della festa di sua moglie, alla quale erano ovviamente invitati anche molti compagni di squadra.

Un evento gastronomico riuscito talmente bene che gli stessi calciatori, stregati dalle saporitissime pietanze cucinate per loro (e postate, con milioni di like, in numerose “storie” su Facebook ed Instagram), hanno chiesto e ottenuto dalla società che Agostino, Francesco e Johnny fossero presenti, con la loro arte, a deliziare anche la festa privata del club organizzata venerdì 31 luglio all’interno dello stadio per celebrare la vittoria della Ligue 1 e della Coppa di Francia.

Un successone anche questo, tanto che la stella brasiliana Neymar ha voluto la “Pizza del Popolo” anche 24 ore dopo per una festa privata a casa sua.

Prossima tappa per il nostro concittadino e il suo team sarà l’esterno del Festival di Cannes, rinviato agli inizi di settembre.

A lui non potevamo non chiedere almeno un aneddoto su queste serate.

E Agostino non si è risparmiato raccontandoci che, al momento di consigliare una pizza al tartufo al presidente del club,  Nasser Al-Khelaïfi (ricchissimo imprenditore del Qatar), gli ha chiesto “se le piace, in cambio mi farebbe il favore di comprare il Napoli?”, facendo esplodere in una interminabile risata sia lui  che il direttore sportivo Leonardo