Ricevo e pubblico*

“Bisogna mandare a casa per sempre un Sindaco e un’Amministrazione Comunale che si comportano da deboli con i forti e mostrano i muscoli soltanto con la povera gente”.

Lo dichiara l’avvocato Sandro Cossiga, candidato a Sindaco di Pozzuoli per le elezioni amministrative dell’11 giugno, a margine della seduta consiliare di ieri, che ha visto il civico consesso approvare a maggioranza la programmazione economico-finanziaria dell’Ente per il triennio 2017-2019.

Cossiga durante l’intervento di ieri in Consiglio Comunale

“Come ha ammesso lo stesso assessore al bilancio Paolo Ismeno – spiega Cossiganella prossima consiliatura saremo costretti ad approvare una manovra di riequilibrio lacrime e sangue per far quadrare i conti dell’Ente. Ma se ci si trova in questa imbarazzante situazione è proprio perché la città è governata senza alcuna programmazione e, spesso, in modo del tutto confliggente con gli interessi della collettività. Basti pensare che questi signori, pur di non perdere il consenso e prendendo in giro tantissime famiglie, hanno addirittura avuto la faccia tosta di postare in bilancio una somma per gli sfratti degli occupanti abusivi dagli alloggi popolari di Monterusciello e Toiano per poi rinviare gli sgomberi a dopo le elezioni.

“Ma la cosa più grave –sottolinea il candidato a Sindaco dei moderatiè che, mentre ai puteolani onesti l’Amministrazione Figliolia chiede il sacrificio di pagare una Tari tra le più alte d’Italia e bollette dell’acqua con aumenti del 30%, poi scopriamo che tutto ciò accade perché bisogna coprire i buchi lasciati da chi, come il concessionario del complesso “PalaTrincone” di Monterusciello, non ha mai pagato 163mila euro di acqua per la piscina e 45mila euro di spazzatura. E, nonostante ciò, questo concessionario continua tranquillamente a lavorare in una struttura pubblica”.

“Io – conclude Sandro Cossiga non voglio essere complice di questo malgoverno che colpisce solo la povera gente e, per questo, ho chiesto in aula al Sindaco e all’Assessore alle Finanze di provvedere ad interrompere immediatamente la fornitura idrica a chi ha accumulato un debito così ingente nei confronti della comunità di Pozzuoli. Purtroppo non ho avuto risposte in merito: a questo punto, ognuno si assumerà le proprie responsabilità davanti alla città”.

*comunicato stampa