HomePolitica“La festa annullata per...

“La festa annullata per la Puteolana? Poco credibili le scuse, ridicole le accuse di chi ha strumentalizzato”

spot_imgspot_img

Altra benzina sul fuoco della polemica per l’annullamento della festa di presentazione della Puteolana, prevista per ieri sera sulla piazza a mare.

A gettarla è il consigliere di opposizione Raffaele Postiglione, che dal suo profilo Facebook è intervenuto per commentare la vicenda e ne ha avute sia per l’Amministrazione Manzoni che per gli otto esponenti di minoranza vicini all’ex sindaco Figliolia.

“Gli errori ci sono stati ed è evidente – ha scritto Postiglione (nella foto)Bizzarro il tentativo di nasconderlo, ridicolo strumentalizzare l’accaduto issando la bandiera della trasparenza. Un vessillo importante e accessibile non a tutti. Per l’attenzione allo Sport attendiamo fatti concreti. Quanto accaduto dimostra una questione chiara: Pozzuoli ha una macchina amministrativa per nulla organizzata per ricevere e supportare la realizzazione di eventi. Un limite ormai non più accettabile per una Città come la nostra. Con le nostre organizzazioni abbiamo all’attivo decine di iniziative pubbliche e ben conosciamo il ginepraio di burocrazia nel quale deve districarsi chi vuole organizzare un momento di spettacolo. Noi l’abbiamo imparato a nostre spese, anche perché lo abbiamo fatto sempre senza il favore, per non dire avversati dall’amministrazione di turno. Ma in ogni caso non ci siamo mai affidati né fidati del “mu vec io”. Risale ad uno dei tanti momenti pubblici a cui abbiamo dato vita, il Pozzuoli Folk Festival del 2015, occasione anche di dibattito e di proposte, l’idea di un Ufficio Unico per eventi al quale negli anni abbiamo affiancato il progetto di un “Piano Regolatore della Cultura” con la previsione di spazi pubblici dedicati e destinati al pubblico spettacolo presenti in tutti i quartieri della nostra Città. Il tifoso, quello di calcio, in questo caso il cuore granata, ha tutto il diritto di arrabbiarsi e sbottare. Si sa, la passione per la propria squadra amplifica gioie e delusioni. Gli altri, di qualsiasi fazione, farebbero bene a ridimensionare e frenare le proprie pulsioni per non scivolare, soprattutto quelli di una certa età, nel ridicolo parossismo”.

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati