HomenewsLA FOTO-DENUNCIA/ “Vi racconto...

LA FOTO-DENUNCIA/ “Vi racconto la mia domenica di follia per parcheggiare la seconda auto senza pagare 31 euro al Comune”

spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

Salve, sono un cittadino residente nella zona alta di Pozzuoli, ho già descritto la mia situazione in una intervista pubblicata da questo blog martedì 1 novembre.

Stavolta, vi scrivo per farvi la cronaca di come ho trascorso la giornata di domenica scorsa, 6 novembre, per poter parcheggiare la mia seconda auto (purtroppo non ho trovato un garage dove metterla) per evitare di dover sborsare le esorbitanti cifre quotidiane che, chiunque si trovi nelle stesse condizioni, sarebbe costretto a pagare al Comune.

2Sveglia alle ore 7 (volevo dormire un po’ in più visto che il sabato mi sono ritirato oltre l’1 di notte ma non ho potuto perché dovevo uscire entro le ore 8 ad attivare il disco orario altrimenti rischiavo di prendere un’altra contravvenzione in quanto avevo parcheggiato sulle strisce bianche con il cartello: sosta consentita per 1 ora eccetto AUTORIZZATI zona ZPRU Settore Viola, cioè quelli che hanno il contrassegno annuale, per intenderci la 1^ autovettura dei residenti ed io non ce l’ho e dicono che non lo posso avere neanche se fossi disposto a pagarlo di più rispetto al 1°: ma su questo ci torneremo poi…).

Tanto premesso, sono uscito di casa alle ore 7,55 circa ed ho parcheggiato la mia 2^ auto su strisce bianche in via Carmine (lato sinistro) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola (e non ECCETTO VEICOLI AUTORIZZATI) (vedi foto numero 1 e numero 2) e sono ritornato a casa per fare colazione (che non avevo ancora fatto per la fretta di uscire ad attivare il disco orario).

Alle ore 8.55, per consentire la “ rotazione “ dei posti ed avendo un appuntamento con un amico al Parco Di Bonito, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Solfatara (vedi foto numero 3 e 4) ove il cartello indica sosta consentita un’ora ECCETTO VEICOLI AUTORIZZATI zona ZPRU Settore Viola.

Di ritorno dall’appuntamento di cui sopra, sono di nuovo ritornato a casa ( dovevo farmi ancora la barba, che come detto non avevo ancora fatta per mancanza di tempo…) ed ho parcheggiato l’auto alle ore 10,15 circa in via Nicola Terracciano (vedi foto numero 5 e 6) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto ECCETTO VEICOLI AUTORIZZATI zona ZPRU Settore Viola.

Lasciato il posto di via Terracciano in quanto scaduta l’ora consentita, alle ore 11.30 circa, dovendo andare in bagno (alla mia età ci devo andare più frequentemente di quando ero giovane) e per consentire la “ rotazione “ dei posti, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando sempre il disco orario in via Oberdan, praticamente sotto casa (vedi foto numero 7 e 8) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Alle ore 12.35 circa, scaduta l’ora in via Oberdan (interpretazione erronea dei vigili urbani e degli addetti alla sosta perché fino a quando ci sono queste indicazioni ritengo che i RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola possono parcheggiare senza limite orario) e per consentire la “rotazione” dei posti, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Dante Alighieri, praticamente nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 9 e 10), ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Alle ore 13.40 circa, scaduta l’ora in via Oberdan, (interpretazione erronea dei vigili urbani e degli addetti alla sosta perché fino a quando ci sono queste indicazioni ritengo che i RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola possono parcheggiare senza limite orario) e per consentire la “rotazione”  dei posti, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Carlo Pisacane, praticamente nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 11 e 12) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola, e sono andato a casa per il pranzo con i miei familiari.

Mentre mangiavo, mi sono accorto che era quasi passata l’ora di sosta autorizzata in via Pisacane, (interpretazione erronea dei vigili urbani e degli addetti alla sosta perché fino a quando ci sono queste indicazioni ritengo che i RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola possono parcheggiare senza limite orario) e quindi ho lasciato tutti a tavola e sono sceso per cambiare posto all’auto, sempre per consentire la “rotazione” dei posti, ed alle ore 15 circa ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Pietro Ragnisco, sempre nelle vicinanze di casa (vedi foto numero 13 e 14) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Alle ore 16 circa, scaduta l’ora in via Pietro Ragnisco, (interpretazione erronea dei vigili urbani e degli addetti alla sosta perché fino a quando ci sono queste indicazioni ritengo che i RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola possono parcheggiare senza limite orario) e per consentire la “rotazione” dei posti, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via San Rocco, sempre nelle vicinanze di casa (vedi foto numero 15 e 16) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Trovandomi lì, ho fatto una passeggiata sul Porto di Pozzuoli (il mio medico mi ha consigliato lunghe passeggiate a piedi).

Alle ore 17 circa, scaduta l’ora in via San Rocco, (interpretazione erronea dei vigili urbani e degli addetti alla sosta perché fino a quando ci sono queste indicazioni ritengo che i RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola possono parcheggiare senza limite orario) e per consentire la “rotazione” dei posti, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Oberdan, sempre nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 17) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Ore 18 circa:  alla scadenza dell’ora consentita, (interpretazione erronea dei vigili urbani e degli addetti alla sosta perché fino a quando ci sono queste indicazioni ritengo che i RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola possono parcheggiare senza limite orario) ho lasciato via Oberdan per recarmi presso il Santuario di San Gennaro alla Solfatara per la Santa Messa domenicale, ove ho parcheggiato fino alle ore 19.30 circa (vedi foto numero 18).

Alle ore 19.30 circa, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Nicola Terracciano, sempre nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 19, 20 e 21) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto ECCETTO VEICOLI AUTORIZZATI zona ZPRU Settore Viola.

Alle ore 20.30 circa, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Carmine lato sinistro, sempre nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 22) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Alle ore 21.30 circa, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Carmine lato destro, sempre nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 23 e 24) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto ECCETTO VEICOLI AUTORIZZATI zona ZPRU Settore Viola.

Alla scadenza dell’ora consentita, ho lasciato via Carmine per fare un giro per Pozzuoli ed alle ore 23 circa ho effettuato una pausa “caffè” in un bar ove mi sono fermato circa 1 ora (vedi foto numero 25).

A dire il vero ero sfinito, stremato, assonnato, ma dovevo resistere.

Alle ore 24 circa, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Giacinto Diano, sempre nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 26, 27 e 28) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola.

Alle ore 1 circa, ho di nuovo parcheggiato su strisce bianche per un’altra ora attivando il disco orario in via Oberdan, sempre nelle immediate vicinanze di casa (vedi foto numero 29) ove il cartello indica sosta consentita un’ora eccetto RESIDENTI nella zona ZPRU Settore Viola .

Questa domenica, che dovevo dedicare a DIO, l’ho dedicata al PARCHEGGIO.

Lato positivo della vicenda: con questo sbattimiento ho risparmiato tra sabato e domenica 31 euro di parcheggio.

P.S. Nonostante tutto, lunedì mattina mi son svegliato alle ore 7, dopo una notte insonne con il pensiero che entro le ore 8 dovevo riattivare il disco orario e spostare l’auto: ed il girone dell’inferno continua…

D’altronde, con le l’attuali ordinanze, regolamenti, eccetera vigenti, che ogni cittadino corretto deve rispettare, non ci sono alternative tranne: fare il furbo (me ne stanno dicendo tante sul come fare), fare lo scorretto e/o l’incivile, vendere casa ed andarsene da Pozzuoli, bruciare l’auto.

Poiché sembra che il problema sia solo il mio, mi dite (proprietari di 2^ auto) come fate?

renato-sosta-1*Renato Volpe

 

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati