L’ospedale di Pozzuoli non finisce mai di stupirci, purtroppo ancora una volta in negativo.

Lo testimoniano queste foto, scattate per noi stamattina da un lavoratore del “Santa Maria delle Grazie”.

I contenitori che vedete sono pieni di rifiuti speciali e pericolosi, in attesa di essere smaltiti, provenienti dal reparto in cui sono ricoverati i malati di coronavirus (tute, mascherine, guanti e quant’altro prodotto dall’area Covid) e si trovano parcheggiati nell’area di ingresso di tutti gli infermieri del nosocomio, non lontano dalle macchinette marcatempo e a ridosso di un distributore automatico di bevande e dolciumi, oltre che di quello che serve a pagare il ticket per le visite ambulatoriali.

Una collocazione assurda e su cui ci auguriamo si faccia piena luce.

Un carico di spazzatura di quel genere, anche con tutte le sanificazioni preventive del caso, non può e non deve stare lì nemmeno per un secondo.

La zona antistante il reparto Covid all’ospedale di Pozzuoli

Invitiamo dunque chi di dovere a prendere provvedimenti affinché situazioni del genere non accadano mai più e di indagare sulle voci  secondo cui questa sarebbe ormai un’abitudine consolidata ormai da oltre un mese (il reparto Covid ha aperto il 13 marzo), non solo dunque mentre erano ancora in funzione gli ambulatori ma persino quando, fino a poco prima delle festività pasquali, in quel corridoio sostavano i pazienti oncologici in attesa di prelievi o di essere sottoposti a sedute di chemioterapia.