Immaginate di percorrere via Fasano in auto, diretti al porto, e di trovarvi, all’imbocco della curva che vi porta sua via Roma, faccia a faccia col “bestione” che vedete nella foto di copertina.

E’ successo ieri, in passato e chissà quante volte accadrà, per consentire ad un supermercato, tra le 8 e le 9 del mattino, di approvvigionarsi di merce.

Questo scatto, inviatoci da un nostro lettore, testimonia una situazione di pericolo estremo durata circa un’ora e che ha davvero dell’incredibile in una città in cui, appena “sgarri” nel parcheggiare, ti ritrovi o multato oppure “cazziato” dal solerte vigile di turno.

Quattro sono gli interrogativi che è lecito porsi.

Com’è possibile che nessuna pattuglia della Municipale, di solito a quell’ora già presente in zona, non sia intervenuta per far rispettare il codice della strada (ben due sono i divieti di fermata per i mezzi pesanti su entrambi i lati della carreggiata)?

Esiste una piazzola per il carico e lo scarico delle merci a beneficio dei bisonti a motore che servono questa attività commerciale?

E, se questa piazzola non esiste, com’è stato possibile autorizzare l’apertura del supermercato?

Ma, soprattutto, in assenza di una piazzola del genere, come si può pretendere che questo supermercato ed i suoi fornitori riescano a lavorare senza infrangere le regole e mettere a repentaglio l’incolumità di tanti automobilisti?

Commenti