HomeAttualitàLA LETTERA/ “Banco di...
spot_imgspot_img

LA LETTERA/ “Banco di Napoli, perché tutti questi disagi da un mese?”

spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

Caro Direttore, sono un pensionato di Pozzuoli e penso di parlare a nome di tanti altri miei concittadini che da un mese stanno avendo enormi difficoltà a fare operazioni di cassa o altro all’interno della filiale del Banco di Napoli al corso Terracciano.

Purtroppo, infatti, questa filiale sta funzionando poco e male a causa di problemi che nessuno si degna di spiegarci in modo chiaro.

Ci sono tante voci in giro, di dipendenti in malattia, di sanificazioni, di guasti alla rete elettrica o internet.

Massimo rispetto per eventuali lavoratori con problemi di salute e per inconvenienti tecnici, ma è mai possibile che, dall’inizio di ottobre, anche per chi ha appuntamento, sia diventato un terno al lotto recarsi presso quella filiale trovandola persino chiusa senza alcun avviso e senza sapere fino a quando si protrarrà il disservizio?

Il Banco di Napoli ha tantissimi clienti, ha una tradizione antica e gloriosa, non è giusto né corretto abbandonare tanta gente in balia del caso.

Non tutti hanno un conto corrente, non tutti hanno il bancomat, non tutti hanno la possibilità di fare operazioni attraverso internet.

Io, per esempio, oggi dovevo prendere la pensione ma ho trovato la banca chiusa (così come mi è capitato il mese scorso nello stesso periodo) e mi è stato detto che potrò incassare l’assegno soltanto tra sei giorni.

Vi sembra normale?

Spero in una risposta da parte di chi gestisce questa banca.

 Almeno ci dicano quando finirà tutta questa confusione e a che cosa è realmente dovuta.

Grazie per l’attenzione.

*Lettera firmata

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati