HomeAttualitàLA LETTERA/ I tassisti...

LA LETTERA/ I tassisti accusano Sindaco e Giunta: “Che fine hanno fatto le promesse dell’Amministrazione?”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico

Al Signor Sindaco e Giunta uscente.

Che noi tassisti sappiamo aspettare è risaputo, fa parte del nostro lavoro.

Noi tassisti di Pozzuoli però sappiamo aspettare molto di più…anche più di due anni, in questo caso non una corsa fortunatamente, ma l’amministrazione comunale.

La categoria, con questa lettera, non vuole essere tra i tanti che a vario titolo giudicano il “bilancio amministrativo ” di fine mandato.

Riconosciamo che amministrare realtà come il nostro territorio non è cosa semplice e diamo merito a chi si assume e assumerà tale onere.

La categoria semplicemente si chiede quanto tempo debba passare perché si realizzino delle fondamentali iniziative proposte e concertate oramai oltre due anni fa, quando la pandemia azzerava ogni tipo di utenza e di trasporto pubblico.

Lecito voler dimenticare quei periodi bui ma è lecito puntualizzare che in quei momenti i nostri TAXI erano in servizio come sempre, e sempre sono stati a disposizione di tutti, per ogni tipo di esigenza, dal trasporto di persone ammalate, alla consegna di generi di prima necessità, e molte volte volontariamente in maniera Gratuita.

Da quello scenario molto particolare, le organizzazioni sindacali di categoria e l’amministrazione, nelle figure degli assessori Gerundo (Mobilità) Di Fraia (Turismo) hanno attivato sinergie con la volontà comune di sfruttare la profonda crisi di quei mesi per rilanciare e perfezionare l’offerta TAXI ai cittadini ed ai turisti per quello che sarebbe stato il ritorno alla normalità.

Da rimarcare che negli ultimi due anni sia i cittadini Puteolani e gli isolani che a Pozzuoli fanno riferimento, sono stati gli sfortunati testimoni delle gravi inefficienze del trasporto pubblico di linea che ha isolato il centro ed il porto da tutto il territorio cittadino, compreso l’ospedale “Santa Maria delle Grazie”.

Il servizio Taxi nonostante non poteva sopperire totalmente a quella mancanza, data la diversa natura del servizio offerto, ha fatto al massimo la propria parte, rimanendo e restando l’unica opzione al trasporto persone valida e funzionale.

Oggi che finalmente ritroviamo sempre più la vecchia normalità, la categoria si chiede: che ne è stato di quei buoni Intenti?

Cosa si è concretizzato del concordato “Taxi Sharing” con corse condivise su tratte cruciali a tariffe agevolate?

Dove sono le Brochure con tutti i percorsi archeologici per i turisti da affiggere ai posteggi ed alle nuove pensiline delle fermate Autobus?

A che punto è la fondamentale nuova applicazione per la raccolta delle chiamate TAXI su tutto il territorio comunale, che lo stesso assessore Gerundo in un’intervista rilasciata ad una emittente flegrea il 02/10/2020 ne annunciava la nascita?

Noi tassisti Puteolani siamo ancora in attesa.

Esigenze di bilancio comunale non permettono margini di manovra, la motivazione?

Eppure noi stessi ci eravamo impegnati a suggerire ed indicare da dove le risorse potevano essere recuperate ed impegnate in nuovi progetti.

Ad esempio solo sommando i canoni elettrici e telefonici delle vecchie ed obsolete colonnine telefoniche per chiamata in disuso si potrebbero coprire i costi della nuova applicazione di chiamata Taxi!

La categoria si è resa disponibile ad interfacciarsi ed a collaborare con gli Assessori preposti con incontri, riunioni e videoconferenze, che comunque non hanno sortito alcun effetto.

Nonostante tutto, ringraziamo la Giunta uscente per l’attenzione e l’impegno profuso, e per quello che si sarebbe potuto realizzare e non si é realizzato, cogliamo l’occasione per augurare un in bocca al lupo a tutti i candidati che formeranno la futura giunta comunale, e ci auguriamo in futuro di meritare la giusta Attenzione come Categoria.

spot_img

Ultimi articoli pubblicati