Ricevo e pubblico

“In questi giorni festivi abbiamo assistito alla visita del cancelliere tedesco Angela Merkel a Ischia e a Pozzuoli, una visita che dimostra ancora una volta che l’Italia e la Campania in particolare, risultano essere le mete più suggestive per godersi quel patrimonio culturale e archeologico di cui noi Italiani e campani ci sentiamo orgogliosi.  Allo stesso tempo vogliamo ricordare alla Merkel e ai burocrati europei che a Bacoli eravamo pronti a fare le barricate nel caso fosse venuta, perché l’orgoglio e il rispetto di una nazione va conquistato con lo stesso rispetto che loro hanno nei nostri confronti. Una politica di austerità e tagli finanziari ha portato la nostra economia a crollare, aziende italiane chiudere, padri di famiglia perdere il lavoro, aumento della disoccupazione; per non parlare dei nostri due Marò ancora illegalmente prigionieri in India. Signor Cancelliere, l’Europa che noi sognavamo e desideriamo non è questa fatta di poteri forti e di lobby economiche che continuano a depauperare i sacrifici di onesti lavoratori, l’Europa che noi vogliamo è l’unione dei popoli e non degli Stati, che comprenda il patrimonio di valori di ogni nazione e abbia la visione dell’uomo come soggetto universale. Quando comprenderà il significato e il sacrificio di ogni singolo essere umano per la crescita del proprio paese, solo allora non troverà più le barricate”.

Nello Savoia (Fratelli d’Italia/ Alleanza Nazionale – Presidente del Consiglio Comunale di Bacoli)

Aldo Scotto di Vetta (capogruppo Fratelli d’Italia/Alleanza Nazionale al Consiglio Comunale di Bacoli)