Buone notizie dalla Regione Campania per le famiglie meno abbienti in cui ci sono studenti che frequentano le superiori.

L’Amministrazione di Palazzo Santa Lucia ha infatti messo a disposizione 12.380 borse di studio, del valore di 400 euro ciascuna, per l’anno scolastico 2017/2018, da utilizzare per l’acquisto o la fruizione di prodotti educativi e culturali (libri, cinema, teatro ecc.), a favore degli studenti  delle scuole superiori della Campania, pubbliche o parificate, provenienti da nuclei familiari indigenti.

L’avviso della Regione Campania è stato pubblicato sul Burc numero 14 del 15 febbraio, col decreto dirigenziale numero 112 (CLICCA QUI PER LEGGERLO) e prevede uno stanziamento complessivo di 5 milioni e 100mila euro (fondi ministeriali) destinati a studenti che, tra i requisiti fondamentali per l’erogazione della misura, devono avere un’attestazione familiare dell’ISEE ordinario 2018 non superiore a 15.748,48 euro.

“La Giunta Regionale della Campania dimostra, ancora una volta, attraverso una misura strutturale, di voler puntare sull’istruzione e la scuola per combattere il disagio giovanile, sostenendo le famiglie nel percorso di educazione dei loro figli”, afferma l’assessore all’Istruzione Lucia Fortini.

“Abbiamo in programma di erogare, mediante una procedura di presentazione delle istanze agile e trasparente, 12.380 borse di studio per aiutare ragazzi bisognosi che vogliono investire in cultura e istruzione e tenersi al passo coi loro coetanei”, conclude l’assessore Fortini.

Si può presentare istanza di borsa di studio esclusivamente attraverso l’apposita piattaforma online, (CLICCA QUI PER COLLEGARTIENTRO E NON OLTRE LE ORE 13 DEL 12 MARZO PROSSIMO.

La graduatoria dei beneficiari sarà costruita sulla base dell’attestazione ISEE dei richiedenti, in ordine crescente (più basso sarà l’ISEE, più alta sarà la posizione in graduatoria).

In caso di parità ISEE, sarà seguito l’ordine cronologico di presentazione delle domande: ecco perché può essere importante, se non addirittura fondamentale,  presentare la domanda prima possibile. 

Gli uffici amministrativi degli istituti scolastici sono a disposizione per supportare le famiglie nella compilazione delle domande.

Sulla piattaforma online sono disponibili anche i recapiti telefonici a cui rivolgersi per eventuali supporti/chiarimenti.

Le borse di studio verranno accreditate dal Ministero per l’Istruzione, erogate in un’unica soluzione, attraverso la Carta dello Studente, con dei voucher virtuali.

Commenti