Da ieri e fino al 7 agosto sono ospiti presso il centro di formazione professionale “Multicenter School” di via Campana, grazie all’associazione “Bambini senza confini” e ad un gruppo di volontari che li accudirà amorevolmente insieme con i loro tre accompagnatori.

Sono 14 giovanissimi saharawi, che, così come accade ormai da qualche anno, vivranno nel “capoluogo” flegreo uno spicchio d’estate meno dura rispetto a quella del sole cocente nei campi profughi del deserto di Tindouf.

Alimentati correttamente e visitati da medici che hanno messo a disposizione la loro professionalità gratuitamente (sia in strutture pubbliche che presso ambulatori privati), questi piccoli ambasciatori di pace (rappresentanti di un popolo fantasma che cerca di riconquistare il proprio territorio, nel Sahara occidentale, occupato ormai da 40 anni dal Marocco), nei loro 29 giorni di permanenza a Pozzuoli, parteciperanno ad attività didattiche, sportive e ricreative.

Chi volesse conoscerli e giocare con loro, ma soprattutto aiutarli e regalarsi sorrisi che riempiranno il cuore, non deve fare altro che concordare un appuntamento con uno dei tre referenti di questo progetto di accoglienza: Luigi D’Oriano (329/3335502), Anna Arnucci (340/7852148) oppure la signora Zarina (331/5335599).

Inutile dire che saranno graditissime anche manifestazioni concrete di sostegno, come vestiario e, possibilmente, donazioni da fare al conto corrente che indichiamo di seguito in foto, oppure versare il cinque per mille delle proprie tasse alla onlus che ha organizzato il loro soggiorno.

Ma servono anche farmaci per consentire a questi bimbi, una volta tornati nei loro accampamenti, di poter affrontare qualsiasi malanno.

Di seguito pubblichiamo anche l’elenco delle medicine che sarebbe preferibile regalare.

Insomma, c’è tanto da fare per questi bimbi nelle prossime quattro settimane.

E siamo certi che ognuno, secondo le proprie possibilità, contribuirà a renderle piene di affetto e generosità.

Commenti