Una bruttissima storia, di quelle che in attimo possono degenerare in tragedia. L’ha raccontata su Facebook (ma anche alle forze dell’ordine)  Letizia P., una 26enne di Pozzuoli che, dal giorno in cui ha deciso di separarsi dal marito (Gennaro C.), sta attraversando le pene dell’inferno.

L’uomo infatti  non ha mai accettato la fine del matrimonio (dal quale è nato un bimbo, che vive con Letizia) e, benché egli stesso nel frattempo si sia legato sentimentalmente ad un’altra donna, non tollera che la ex moglie abbia un nuovo compagno e sia in dolce attesa.

Lui, purtroppo, è già noto alle cronache e alle forze dell’ordine per un incredibile episodio di violenza avvenuto il 5 febbraio di tre anni fa, quando staccò a morsi il naso di un giovane che aveva osato intromettersi per difendere Letizia nel corso di una lite tra i due in auto.

Lei, quattro giorni fa, lo ha denunciato per l’ennesima volta, recandosi presso il Commissariato puteolano di Polizia, dove ha consegnato tre filmati contenenti la videoregistrazione (ripresa dalla telecamera esterna di una gioielleria del centro storico) della foratura dei quattro pneumatici della sua auto, video in cui  Letizia è certa di aver riconosciuto proprio l’ex marito come autore del misfatto.

Nella denuncia, Letizia sostiene che Gennaro, prima di questo sfregio (preceduto da un danneggiamento e da un furto avvenuto poco prima all’interno della stessa vettura) l’aveva pedinata fino a Napoli, dove la donna  era andata a cena col figlioletto ed una cugina.

E  aggiunge che, avendola vista dietro la finestra di casa mentre assisteva impietrita alla foratura delle quattro ruote della sua auto, l’ex marito le abbia urlato: “le prossime coltellate saranno per te!”.

L’appello che Letizia ha lanciato attraverso il social non ha bisogno di altri commenti.

Noi ci auguriamo che sia seriamente preso in considerazione da chi, per legge, ha il potere (e soprattutto il dovere) di liberare questa donna da un incubo che, a suo dire, dura ormai da quattro anni.

Commenti