Questa mattina si è svolta la cerimonia di intitolazione della Villetta dedicata alla memoria di Maria Panetty Petrarca.

L’area intitolata all’educatrice ed artista puteolana, individuata dall’amministrazione Comunale su proposta della Commissione per la Toponomastica, si trova nello spazio antistante il Tempio di Nettuno, su Corso Nicola Terracciano.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco Vincenzo Figliolia, l’assessore Anna Maria Attore, la presidente della Commissione per la Toponomastica Mena d’Orsi e gli altri componenti dell’organismo comunale, oltre ai figli, ai parenti e agli amici della compianta artista.

Maria Panetty Petrarca fu consigliere comunale, una donna di grande cultura ed un’artista eclettica: scrittrice, poetessa, musicista, compositrice, commediografa.

La sua casa fu un salotto ricco di fermenti letterari dove si riunivano per discutere e conversare di cultura, attualità, politica, archeologia, giovani studenti e illustri esponenti della vita culturale puteolana.

Come storica e ricercatrice, fu artefice del recupero e della valorizzazione delle memorie storiche e culturali della Città.

“Maria Panetty rappresenta l’ideale di donna emancipata e che attraverso la cultura ha dimostrato le grandi capacità e possibilità, in periodi non facili, in cui spiccavano ancora le differenze di genere – ha detto il sindaco Vincenzo Figliolia -. Tutto il suo sapere fu messo a disposizione per la formazione culturale dei puteolani.  Oggi dovrebbe essere portata come esempio nelle scuole, eletta a modello ideale. Promossa nei dibattiti sull’uguaglianza di genere per sottolineare come sia stato possibile, anche in quegli anni non semplicissimi, far valere diritti sociali. A lei il nostro grazie con questa intitolazione, così che tutti possano sempre ricordare una grande puteolana e conoscere cosa ha fatto per la nostra comunità”.

“Difficile dare una definizione completa a quest’anima bella, ricca di conoscenza e desiderosa di trasmettere e condividere il suo sapere con tutti, grandi e piccoli – ha dichiarato Mena d’Orsi, presidente della Commissione per la Toponomastica. – Mi inorgoglisce, in quanto donna, dare il meritato riconoscimento, attraverso l’attribuzione di un toponimo della città di Pozzuoli, ad una donna che, in un’epoca in cui da poco si era ottenuto il suffragio universale e che si era mal viste se si andava a scuola, ebbe il coraggio e la determinazione di imporre la sua indomabile personalità, tanto forte era il desiderio di mettere a disposizione il talento e le capacità che la resero unica in vita e indimenticabile ai postumi. Una vita dedicata agli altri: alla famiglia, agli amici, a chiunque le chiedesse sostegno, Maria Panetty Petrarca è stata un grande esempio di generosità, dedizione, altruismo e, al di là del piacere di ricordarla, corre l’obbligo immortalarla”.

*comunicato stampa dal portavoce del Sindaco di Pozzuoli

Commenti