HomePoliticaL’accordo con Ismeno (e...

L’accordo con Ismeno (e il Pd di Figliolia) spacca i Cinque Stelle: domani Fico a Pozzuoli per metterci la faccia

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

E’ stato lui a dare la “benedizione” all’accordo in un noto ristorante del lungomare alla presenza del candidato sindaco Paolo Ismeno, del capogruppo consiliare pentastellato Antonio Caso e dei due segretari del Pd, il locale Antonio Tufano e il provinciale Marco Sarracino.

E sarà lui domani pomeriggio (ore 15.30) a spiegare alla “base” del Movimento Cinque Stelle, nella sede di via Caldaie 10, il perché sia stato necessario che una forza (finora) di così dura opposizione al Partito Democratico in città si alleasse col “nemico” alle elezioni comunali del 12 giugno.

Stiamo parlando del presidente della Camera, Roberto Fico, che ha deciso di esporsi ufficialmente in prima persona su un’intesa che sta spaccando l’elettorato “grillino” e che è già diventata oggetto di scherno e polemiche sui social.

Non sono dunque bastate (almeno finora) le spiegazioni fornite l’altro ieri da Ismeno sul proprio profilo Facebook (il Pd puteolano non ha invece ancora detto una sola sillaba ufficiale sull’accordo) e quelle del Movimento nel comunicato stampa diffuso 24 ore dopo (e, al momento in cui scriviamo, non ancora rilanciato sulla pagina social dei pentastellati di Pozzuoli).

L’imbarazzo si percepisce a “pelle” proprio da questa comunicazione “incompleta” da entrambe le parti, ma anche da qualche post “sibillino” pubblicato negli ultimi giorni dall’altro consigliere uscente dei Cinque Stelle, Domenico Critelli, che pare non abbia per nulla condiviso il “matrimonio” voluto a tutti i costi da Fico anche se al momento non sembra voler migrare verso altri lidi politici.

In più, c’è il carico da “undici” messo dagli ex alleati di Pozzuoli Ora, con il portavoce e candidato consigliere Riccardo Volpe che proprio oggi ha pubblicato un post al vetriolo sulla scelta del Movimento.

Infine, c’è il peso dei “ricordi” (che nell’era digitale diventano indelebili) delle aspre battaglie verbali tra Caso e Figliolia (principale sponsor di Ismeno) durante la consiliatura ancora in corso.

Con un video, diventato già virale nelle chat di whatsapp, in cui i due se ne dicono di tutti i colori: Figliolia accusa Caso di non saper “studiare” le carte e Caso ricorda a Figliolia la sventurata conclusione del suo primo mandato da sindaco con lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche.

Ma tant’è: la politica è imprevedibile, gli acerrimi nemici possono diventare amici e viceversa.

E proprio questa narrazione Fico dovrà rendere “digeribile” domani pomeriggio agli elettori puteolani dei Cinque Stelle che vorranno ascoltarlo prima di decidere cosa fare tra poco più di due mesi nel segreto dell’urna.

spot_img

Ultimi articoli pubblicati