HomeSegnalazioniL’APPELLO/ “Ripristinate gli orari...

L’APPELLO/ “Ripristinate gli orari di visita parenti all’ospedale…almeno per gli anziani che soffrono: basterebbe un tampone negativo!”

spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

Caro Direttore, Le scrivo per lanciare un appello a chi amministra l’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli, anche a nome di tante persone che si trovano, si sono trovate o si troveranno nella mia stessa situazione.

Mia mamma (una donna di 82 anni con tante patologie) è ricoverata in un reparto di questa struttura, dove dovrà essere operata nuovamente dopo aver già subìto un intervento che, purtroppo, non è andato a buon fine.

Ebbene, mamma soffre tantissimo, non soltanto per i forti dolori che è costretta a sopportare, ma soprattutto perché vorrebbe che qualcuno le stesse vicina almeno per un’ora al giorno, per darle conforto.

Lei piange in continuazione, si lamenta, ogni telefonata con lei al cellulare è straziante ed io sono impotente.

Capisco che non posso alleviarle la sofferenza fisica ma si sa quanto è importante, soprattutto per una persona di una certa età, sapere di avere una persona cara accanto, anche se per poco tempo.

Purtroppo però all’ospedale di Pozzuoli (diversamente da altre strutture sanitarie, così come mi risulta personalmente) vige ancora il divieto di visita parenti a causa delle prescrizioni Covid.

C’è soltanto la possibilità di parlare con i medici per un’ora in cui si può esclusivamente consegnare la biancheria pulita e ritirare quella sporca, ma senza poter entrare in contatto con il paziente.

Io ed altri familiari di anziani ricoverati qui al “Santa Maria delle Grazie” abbiamo ripetutamente chiesto una modifica di questa regola e di concederci almeno la possibilità di un’ora di visita, ovviamente dopo esserci sottoposti ad un tampone che risulti negativo, ma non siamo stati ascoltati.

Attraverso il Suo blog chiedo all’Asl e alla direzione ospedaliera di rivedere queste disposizioni, almeno per le persone anziane, che, più di altre hanno bisogno di un po’ di compagnia e di non sentirsi abbandonate.

Spero che questo mio appello sia raccolto da chi di dovere e che faccia almeno riflettere sull’opportunità di adottare un po’ di buon senso in più in circostanze molto particolari.

La ringrazio per l’attenzione.

*Lettera firmata

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati