HomenewsL’assessore smentisce l'architetto: “Al...

L’assessore smentisce l’architetto: “Al rione Terra nessuna costruzione abusiva”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

In riferimento ad alcune notizie di stampa diffuse nei giorni scorsi circa una presunta “costruzione abusiva” (http://www.pozzuoli21.it/chi-costruisce-abusivamente-sul-rione-terra/ e http://www.pozzuoli21.it/veranda-abusiva-sul-rione-terra-il-caso-arriva-in-consiglio-comunale/) che sarebbe stata realizzata sul Rione Terra di Pozzuoli durante le feste natalizie del 2014, l’assessore al Governo del Territorio Roberto Gerundo precisa: “Si tratta di notizie destituite di ogni fondamento. Le foto pubblicate riguardano la copertura delle scale dell’insula 8a, originariamente realizzata in muratura e semicrollata a seguito dei fenomeni bradisismici, ripristinata dal Consorzio Rione Terra per evidenti ragioni funzionali ma in vetro e ad una quota più bassa rispetto all’originaria, per non interrompere la visuale del retrostante palazzo vescovile.

 

Quest’opera, come tutte quelle che il Consorzio realizza in regime straordinario, si è resa possibile solo dopo le autorizzazioni di rito di tutti gli enti statali posti a tutela del bene, pervenute già dall’anno 2007.

Iniziata nel periodo 2008/2009, l’opera è stata completata nell’aprile del 2011.

C’è da rilevare, inoltre, come le foto pubblicate appaiano fortemente dilatate orizzontalmente, rappresentando un corpo di fabbrica di notevolissime dimensioni, laddove invece la superficie risulta nella realtà esigua, a copertura delle sole rampe di scale.

Roberto Gerundo, assessore comunale al Governo del Territorio e firmatario di questa smentita
Roberto Gerundo, assessore comunale al Governo del Territorio e firmatario di questa smentita

Ad ogni buon conto, riteniamo opportuno non scendere in inutili polemiche, in quanto il contenuto delle dichiarazioni riportate appare totalmente dislegato dalla realtà tanto da fare ritenere che chi ha sollevato il caso non abbia cognizione a riguardo delle procedure realizzative di un’opera pubblica e abbia, al tempo stesso, scarsa percezione per le reali criticità urbanistiche lasciate in eredità a questa Amministrazione comunale che con determinazione si stanno avviando a soluzione”.

Alleghiamo, a conforto di quanto sostenuto, i documenti relativi al progetto esecutivo dell’opera e al verbale della Soprintendenza e le foto che attestato l’antica presenza del manufatto e la nuova realizzazione del torrino in vetro.

*Ufficio Stampa del Comune di Pozzuoli

 

spot_img

Ultimi articoli pubblicati