Sapevate che all’ingresso di Palazzo Toledo, sede della biblioteca comunale, è possibile mettere in vendita delle auto private? Scommettiamo di no e vi assicuriamo che, di questa opportunità, non eravamo a conoscenza nemmeno noi di Pozzuoli21.

Fino a quando un certo signor Pasquale, mercoledì della settimana scorsa, nell’arco di appena 26 minuti, ha deciso di inserire sul portale Subito.it, nella sezione destinata a Pozzuoli,  due annunci destinati a potenziali compratori di vetture,  per la precisione una Citroen del 2007 e una Giardinetta del 1953.

Immortalate entrambe in sosta proprio nel piazzale antistante il portone di accesso allo storico immobile municipale destinato a luogo di studio e polo culturale della città.

Proprio come se quell’area fosse adibita a zona di esposizione di una concessionaria d’auto.

Le domande sorgono spontanee.

Chi è questo signor Pasquale?

Un dipendente comunale al quale è concesso (da chi e in cambio di cosa?) di monetizzare il proprio tempo (ci auguriamo non lavorativo) in uno spazio che non è certamente di sua proprietà?

Un cittadino qualsiasi che gode (grazie a chi e con quale contropartita?) di questo privilegio finora sconosciuto al resto della collettività?

Se gli amministratori del Comune vogliono saperlo per approfondire la cosa e prendere eventuali provvedimenti, non devono fare altro che telefonargli.

Il suo recapito (360/634642) è pubblicato su entrambi gli annunci.

Annunci che, ci preme sottolinearlo, sarà inutile cancellare per provare ad evitare possibili guai, visto che ne abbiamo già fotografato ogni loro parte…