La bufera di tramontana e grecale che sabato ha flagellato Pozzuoli, oltre a far volare di tutto, ha sollevato il sipario anche sulle opere di riqualificazione della villetta del Carmine.

In alcuni punti della recinzione che delimita lo spazio transitabile da quello riservato agli operai, infatti, le raffiche di vento hanno divelto i teloni di colore verde che impedivano la visuale dei lavori da via Carlo Rosini.

E, così, approfittando di questa singolare circostanza, abbiamo scattato alcune foto allo “stato dell’arte”.

Per ora, dal 16 gennaio (giorno della posa della prima pietra: l’area dovrebbe essere riconsegnata al Comune entro fine maggio) è stata eliminata tutta la pavimentazione e ci si è occupati di fare un intervento a tutela della salvaguardia della pubblica e privata incolumità: l’abbattimento di un albero e la potatura di altri quattro, uno in particolare (foto a sinistra) quello posizionato sui gradini nei pressi dell’ingresso di villa Avellino, la cui chioma troppo fluente preoccupava non poco, specie perché di lì passano ogni giorno alunni e insegnanti diretti al plesso “Marconi”.

La nuova villetta dovrebbe essere così come appare nel rendering divulgato dal Comune.

Staremo a vedere.

Commenti