Potrebbe essere stato causato da un avvallamento stradale l’incidente che sabato sera ha ucciso sul colpo Ciro Lomaistro, il 50enne poliziotto che era alla guida del suo scooter all’altezza del parco D’Isanto, presso il civico 91 di via Solfatara.

Dalle foto che abbiamo scattato sul posto nel primo pomeriggio, si nota infatti che proprio nel luogo dell’impatto ci sono degli evidenti dissesti dell’asfalto, peraltro più volte segnalati dai residenti al Comune nel corso del tempo.

Fiori di fronte al luogo dell’incidente

Sarà ovviamente compito degli inquirenti (anche alla luce dell’autopsia sulla salma della vittima, eseguita oggi) stabilire se e che tipo di correlazione può esserci tra il sinistro e questi chiari dislivelli sulla carreggiata.

Per ora, dai filmati in possesso degli investigatori, si vede soltanto la moto (un’Honda Sh 300) del vicequestore tentare il sorpasso ad un autobus dell’Eav all’interno della stessa corsia e poi improvvisamente sbandare fino a terminare sotto il pullman, si presume dopo un urto con una Panda proveniente dal senso di marcia opposto.

Al momento ci sono soltanto due indagati, per omicidio stradale: l’autista del mezzo pubblico e della Panda.

Domani mattina alle 11 saranno celebrati i funerali del dottor Maistro (nella foto) presso la Basilica Pontificia San Francesco di Paola in piazza Plebiscito a Napoli: chi volesse dargli l’ultimo saluto può farlo a partire dalle 8.30 nella camera ardente allestita per l’occasione nell’aula magna del 4°Reparto Mobile della Polizia, in via Monte di Dio.