Da stamattina, numerosi negozi del centro storico (ma anche alcuni muri) sono tappezzati di manifesti di protesta contro il sindaco Figliolia.

Ad affiggerli e firmarli, l’associazione commercianti del posto, che conta circa un centinaio di iscritti, e che attacca duramente il Primo Cittadino ritenendolo colpevole di un’attività amministrativa che non risolve, a loro dire, i veri problemi di Pozzuoli.

“Purtroppo il Capo dell’Amministrazione sfugge al confronto su temi importanti per lo sviluppo di questo territorio – sottolinea Lello Buono (nella foto), presidente del sodalizio che ha partorito l’iniziativa odierna, per la verità non nuova – Subito dopo la sua rielezione, su nostra sollecitazione, Figliolia ci aveva promesso dei tavoli tecnici per discutere di come risolvere alcune criticità, ma sono trascorsi due anni e alle parole non sono seguiti i fatti. Il mercato alimentare e ittico alla minuta da due anni è ancora alloggiato provvisoriamente in un parcheggio, quello ambulante continua a occupare un’area di sosta importante e non viene trasferito nonostante una decisione già presa, il parcheggio sotto piazza a mare è rimasto solo un bell’annuncio e i problemi sulle strisce blu, utilizzate gratuitamente per gran parte della giornata da moltissimi soggetti che non ne hanno diritto, non sono mai stati risolti. Intanto, le attività chiudono una dietro l’altra per mancanza di clienti e dal Sindaco non arriva nessun provvedimento a tutela degli unici soggetti che a Pozzuoli producono economia e posti di lavoro. Noi – conclude Buono  – aspettiamo di essere convocati da Figliolia per parlare di tutti questi problemi e per capire quale deve essere il futuro di Pozzuoli. Se lo farà sarà un bene per la città, altrimenti continueremo a denunciare mediaticamente la sua indifferenza  e la sua incapacità di governare in modo concreto”.

Commenti