Da una settimana gli avvallamenti si erano fatti sempre più evidenti, con alcuni cubetti di porfido saltati e il pericolo incombente di inciampare.

Così, il Comune ha deciso di transennare una parte del marciapiede del  corso Terracciano, in corrispondenza del civico che fronteggia la zona in cui ci sono una banca e un noto supermercato.

In alcuni tratti della superficie interdetta, la pavimentazione è in fase di collasso al punto da far temere uno sprofondamento.

Chissà se è colpa del maltempo, di lavori eseguiti male o del sollevamento del suolo a causa del bradisismo (57 centimetri di ascesa dal gennaio 2011).

Fatto sta che ora  bisogna intervenire.

E anche in fretta per evitare che i pedoni passino dalla padella alla brace, dovendo giocoforza camminare a bordo carreggiata per oltrepassare l’area off-limits.