I primi 168 tamponi prenotati sono stati messi a disposizione oggi nel primo giorno di attività del “casello” denominato “Drive Through” allestito dall’Esercito nei pressi del palasport di Monterusciello, dove è possibile effettuare il tampone senza uscire dalla propria auto.

L’iniziativa rientra nell’operazione “Igea”, voluta dal Ministero della Difesa per incrementare, attraverso personale sanitario specializzato di tutte le forze armate, la capacità giornaliera del Servizio sanitario nazionale di effettuare tamponi per la ricerca del Covid su tutto il territorio nazionale.

Nelle tende allestite presso il Palazzetto dello Sport saranno operativi un ufficiale medico e due infermieri sottufficiali dell’esercito, oltre al personale dell’Asl.

E’ una iniziativa importante voluta dal Ministero della Difesa per alleggerire il sistema sanitario della grossa mole di tamponi effettuati quotidianamente e realizzata grazie alla sinergia tra amministrazione comunale, Asl Napoli 2 Nord e Protezione Civile. Ho ringraziato i militari del Comando delle Forze Operative Sud dell’Esercito per l’attività messa in campo, così come la nostra protezione civile che li ha messi nelle condizioni di ben operare. Ci daranno una grossa mano a rispondere concretamente alle esigenze del nostro territorio e spero che ora ci sia celerità anche nel processare i tamponi – ha detto il sindaco Enzo Figliolia (nella foto con alcuni militari dell’Esercito) –   La postazione allestita dall’esercito presso il Palazzetto dello Sport, dove, ricordo, è possibile recarsi solo su indicazione dell’Asl  – ha proseguito il Capo dell’Amministrazione –  sarà per ora attiva dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 14 ed effettuerà in media 300 test al giorno, ma se ci sarà l’esigenza la capacità giornaliera potrà aumentare senza problemi. Con la stretta che c’è stata e con l’impegno di tutti sono sicuro che presto si abbasserà la curva dei contagi e ci avvieremo su altri numeri. Tuttavia non bisogna abbassare la guardia, soprattutto per i prossimi due mesi, quando storicamente si verifica il picco dell’influenza”.