Ricevo e pubblico*

Salve, sono uno dei tantissimi automobilisti che, da due settimane, è intrappolato nel traffico di Pozzuoli.

L’ingorgo inizia già di primo mattino e parte dalla zona del Porto fino a piazza Capomazza: nelle ore di punta è l’inferno, occorre anche più di mezz’ora per percorrere un tratto di poche centinaia di metri.

Tutto questo perché ci sono lavori stradali in via Ragnisco.

Lavori che saranno sicuramente necessari ma che non possono paralizzare così una città.

Non vedo segnaletica  posizionata in punti strategici per cercare di evitare il caos, non vedo piani di viabilità alternativi, spesso non vedo nemmeno vigili urbani a tentare di salvare il salvabile nei momenti più critici.

Vedo solo tanta improvvisazione, superficialità e disorganizzazione.

Fino a quando dovremo sopportare un supplizio del genere?

E come si può pensare di gestire un’eventuale emergenza di protezione civile se la chiusura di una sola strada crea situazioni simili?

*Giuseppe M.

Commenti