Pedro è un bellissimo meticcio di circa sette anni. Da pochi mesi ha “traslocato” sul nostro lungomare, dopo una vita trascorsa, da randagio, nella zona di Bagnoli.

E qui, tra le rotonde che separano il corso Umberto dalla “loppa”, ha trovato la sua nuova casa e tanti amici che lo sfamano.

Tra abitanti del posto e ristoratori è scattata una gara di solidarietà per aiutarlo nel modo a lui più gradito, visto che, pur con un carattere mite, non si fa accarezzare quasi da nessuno e meno che mai sembra voler accettare una sistemazione ‘domestica’.

Ecco dunque che c’è chi gli assicura le pappe quotidiane ma anche un riparo dal maltempo.

Pedro mentre riposa nella cuccia regalatagli da un residente

Prima, nel periodo dei nubifragi novembrini, un ombrello e delle coperte, poi addirittura una cuccia in legno, costruita con le proprie mani da un falegname.

La cuccia “provvisoria” di Pedro

Pedro è felice di questa ‘adozione a distanza’.

E noi lo siamo altrettanto nel raccontare questa bella storia.

Speriamo solo che stanotte non si spaventi troppo per i botti di Capodanno, a cui un cane, anche se vive per strada, non si abitua mai…