L’impietoso reportage fotografico di una donna residente nel centro storico cittadino, pubblicato poco più di un’ora fa sul gruppo Fb “Sei di Pozzuoli se…” mostra come, alle prime ore del mattino, il “salotto” di Pozzuoli sia “ogni santo giorno” in condizioni da terzo mondo.

E ripropone un vecchio interrogativo.

La colpa è di cani, piccioni e gabbiani che rompono le buste dell’immondizia in cerca di cibo per poi sparpagliare l’immondizia ovunque, oppure è di un’organizzazione sbagliata a monte negli orari della raccolta dei rifiuti o del sistema di deposito della spazzatura?

Gli animali sono animali e non è possibile sopprimerne l’istinto.

Ma gli uomini (esseri raziocinanti, almeno in teoria…) cosa fanno per evitare questo sconcio?

Il dibattito sul post è aperto dall’autrice, che sostiene come sia assurdo non rimuovere i rifiuti di notte lasciandola alla mercé di volatili e quadrupedi per ore: altri invece ritengono che il problema si risolverebbe aumentando il numero di bidoni per conferire tutto al loro interno.

Voi come la pensate?