HomeSegnalazioni“Lite per un parcheggio...

“Lite per un parcheggio sulle strisce blu: ho chiesto aiuto ai vigili urbani ed ecco come mi è stato risposto…”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

Caro Direttore, segnalare comportamenti incoerenti (ma sì, usiamo un eufemismo) di parte della nostra Polizia municipale è ormai come sparare sulla Croce Rossa, ma quando gli episodi continuano a susseguirsi diventa arduo tacere.

Quello che mi riguarda è capitato oggi 19/4 alle ore 10,10 all’altezza scivolo imbarco piazza a mare.

Ero giunto nei pressi per parcheggiare sulle strisce blu prospicienti appunto tale piazza, altezza villa comunale, ma il parcheggio sull’unico posto disponibile mi è stato impedito da una signora che asseriva il posto fosse “riservato” ad un suo congiunto che stava arrivando.

Viste le inutili ulteriori mie rimostranze, decidevo di rivolgermi ad una pattuglia di due vigilesse (sì, usiamo il vecchio termine) che stazionava a pochi metri.

Dopo aver esposto il mio problema, la risposta di una delle due (distintivo 140) era testualmente la seguente: “Ed io mica faccio il parcheggiatore!”. E si rifiutava di intervenire.

Tralasciando il modo poco professionale della risposta, vorrei chiedere al nostro Comando se il comportamento dell’agente è stato corretto. Un cittadino sta denunciando un abuso di cui è vittima (che addirittura potrebbe configurare una violenza privata) ed il pubblico ufficiale ritiene non gli riguardi? Un cittadino sta denunciando una violazione del diritto di parcheggio comunale e la Polizia municipale ritiene non sia di sua competenza?
Riposte non ne arriveranno.

I nostri sono sfoghi che rimangono inascoltati, perché al beneamato Comando, come si dice da noi, i fischi li pigliano per applausi.

Un saluto.

*Antonio D’Isanto

spot_img

Ultimi articoli pubblicati