Per il sindaco Figliolia si tratta di una “giornata storica per Pozzuoli”, per i suoi avversari politici invece si tratta di uno “sperpero di denaro pubblico”.

La notizia dell’abbattimento del rudere dell’ex ristorante “Vincenzo a Mare” ha già sollevato un polverone politico, oltre che una divisione dell’opinione pubblica in due fazioni, tra favorevoli e contrari alla demolizione di un pezzo di storia di Pozzuoli.

A far accapponare la pelle è però il contenuto di due post, pubblicati su Facebook dai consiglieri di opposizione Raffaele Postiglione (Pozzuoli Ora!) e Antonio Caso (Movimento Cinque Stelle), che rivelano alla città il costo di una fontana che sarà installata al posto del manufatto da radere al suolo: ben 750mila euro!

 

Sgorgherà forse acqua santa da questi zampilli?