Il sindaco Figliolia e la senatrice Giannuzzi: sullo sfondo una protesta dei socialmente utili di Pozzuoli

Come abbiamo scritto stanotte, la vertenza che riguarda i lavoratori socialmente utili di quattro regioni meridionali (tra cui 194 di Pozzuoli) si è sbloccata grazie ad una nota chiarificatrice del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Sulla vicenda, però, a livello locale, è nata una polemica politica a distanza tra Pd e Movimento Cinque Stelle, alleati di governo a Roma ma acerrimi avversari nel “capoluogo” flegreo.

Alle 12.32 di oggi, infatti, il sindaco Enzo Figliolia, attraverso un comunicato stampa, ha attribuito questo successo al lavoro della sua Amministrazione, definendola “ancora una volta attore principale delle dinamiche nazionali”.

IL COMUNICATO DI ENZO FIGLIOLIA

Dichiarazioni non digerite dalla senatrice puteolana dei pentastellati, Silvana Giannuzzi, che, 71 minuti dopo, alle 13.43, con un lungo post pubblicato sulla sua pagina Facebook ha ricostruito tutti i passaggi istituzionali che hanno portato a questo risultato, con una versione dei fatti che smentisce totalmente la ricostruzione fatta dal Primo Cittadino e racconta anche l’interessante retroscena di un incontro privato tra l’assessore comunale alle risorse umane Paolo Ismeno (nella foto) e la stessa senatrice (accompagnata dai consiglieri di opposizione Caso, Critelli e Postiglione) per cercare di arrivare ad una soluzione condivisa della questione.

IL POST DI SILVANA GIANNUZZI

Figliolia non ha ancora replicato alla Giannuzzi (lo farà o non può?).

E, per il momento si becca il superbo riferimento della senatrice alla mirabile scena della lavastoviglie rotta in “Così parlò Bellavista”.

Dalla serie: caro Sindaco, ti abbiamo risolto un problema, ora non ti manca niente per stabilizzare i socialmente utili…