Era nell’aria che ciò accadesse e si è puntualmente verificato. Con una lettera raccomandata appena arrivata in Vaticano, infatti, da Pozzuoli c’è chi ha voluto informare Papa Francesco di cosa sta accadendo per i lavori di ristrutturazione nella parte di civico camposanto di proprietà della Diocesi.

La missiva ormai è prossima ad essere consegnata nelle mani del Sommo Pontefice:  a firmarla, Gino Ravveduto (nella foto), presidente del comitato ‘A Livella, che rappresenta tutti i concessionari di loculi chiamati a sborsare una cifra fino a 1650 euro per ottenere lo spostamento dei resti mortali dei propri cari, imposto dal clero puteolano, grazie ad una licenza a costruire che sarà rilasciata dal Comune.

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA E I DOCUMENTI ALLEGATI

Sarà dunque interessante sapere cosa ne pensa il Santo Padre (che ha più volte bacchettato ufficialmente e pubblicamente tutti i rappresentanti della Chiesa che chiedono soldi ai fedeli) e se interverrà per ricomporre lo strappo tra migliaia di cittadini e il vescovo Gennaro Pascarella, ritenuto, a torto o ragione, il deus ex machina dell’operazione grazie alla concretizzazione di un “impegno personale” preso nei suoi confronti dal sindaco Enzo Figliolia (finora intervenuto sulla questione soltanto in versione-Ponzio Pilato…)