La bici elettrica rubata

Anche nei parcheggi custoditi purtroppo si rischiano furti.

E’ successo ad un giovane imprenditore puteolano alla “Metropark” di piazza Oriani, l’area di sosta a pagamento, sorvegliata da un custode e situata proprio nei pressi della stazione della Metropolitana.

A sparire è stata la sua bicicletta elettrica, una Speedy Fat Bike di colore nero, dal valore commerciale di circa 2.000 euro, necessaria per i suoi spostamenti lavorativi in città.

Il parcheggio in cui è avvenuto il furto

Il mezzo (parcheggiato senza batteria)  è stato trafugato nella “Metropark” intorno alle 18.30 di sabato da un ladro che si sarebbe allontanato su via Solfatara, in direzione Anfiteatro.

A dare l’allarme è stato il guardiano della struttura, che ha avvisato immediatamente il proprietario della bici.

Nel circoletto rosso, le telecamere che potrebbero aver inquadrato il ladro

Il titolare del velocipede, M.S., ha sporto denuncia presso il Commissariato di Polizia, chiedendo di acquisire le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza del Comune nel luogo in cui il ladro sarebbe stato visto scappare alla guida del “malloppo”.

Poi ha voluto lanciare un appello tramite Pozzuoli21. Chiunque veda o abbia comprato  questa bici senza accertarsi della provenienza, è pregato di contattare immediatamente la polizia. Il numero di telaio del mezzo è LYX201606059 e questo codice si trova nella parte bassa della canna sottostante il manubrio. Ricordo che, oltre al furto, anche la ricettazione e l’incauto acquisto sono reati penali e mi auguro che le immagini di cui verranno in possesso gli inquirenti possano sortire gli effetti sperati”.

La bici elettrica rubata

Resta il dato più inquietante: in un parcheggio custodito (e, si presume, anche videosorvegliato) in cui si pagano fior di quattrini per sentirsi al sicuro, episodi del genere non dovrebbero mai accadere.