Spesa a domicilio  per i puteolani che vogliono (o devono) rimanere in casa per non essere contagiati dal coronavirus.

E’ l’idea partorita dal 18enne Antonio Maione (nella foto), sub commissario cittadino di Fratelli d’Italia, che da dopodomani, lunedì 9 marzo, è pronto a raccogliere attraverso il proprio numero di cellulare (329/3447531) tutte le richieste provenienti da residenti a Pozzuoli, che si trovano in particolari condizioni di salute e desiderano usufruire di questo servizio.

La spesa, è bene chiarirlo, non sarà offerta dal partito della Meloni ma verrà regolarmente pagata dal cittadino interessato e poi consegnatagli gratis (con scontrino ed eventuale resto) da un incaricato di Fratelli d’Italia, al quale bisognerà dare i soldi necessari per l’acquisto dei generi alimentari o di prima necessità e che sarà reso riconoscibile onde evitare tentativi di truffa da parte di malintenzionati.

Inutile sottolineare l’auspicio che questa iniziativa, oltre a non attirare le attenzioni dei soliti approfittatori, possa svolgersi in condizioni di assoluta sicurezza igienico-sanitaria, sia per chi la promuove sia per chi se ne avvantaggia.