Ricevo e pubblico*

Caro Direttore Pontillo, sono uno dei residenti che ha scritto la lettera da Lei pubblicata il 30 luglio in merito alle “notti insonni” in via Santilli, vicolo del centro storico, a causa della musica ad alto volume irradiata da un lounge bar di recente apertura.

Nel ringraziarLa per la Sua disponibilità, volevo aggiornarLa sulla situazione.

Dopo un piccolo periodo di tregua, forse dovuto all’aver dato voce alle nostre rimostranze, è una settimana o più che sono ripresi gli schiamazzi, e soprattutto la musica alta.

Sempre dopo il Suo articolo, nel weekend si sono viste le forze dell’ordine, durante la settimana zero.

La cosa che mi ha lasciata perplessa però è la locandina (che Le allego) dove vi è evidenza che, in questo stesso lounge bar, stanno organizzando un party  per domani, giovedì 3 settembre  con inizio alle ore 22.

Ma i party non sono vietati per evitare assembramenti?

E non è un controsenso scrivere, in questa stessa locandina, che il party si terrà nel “pieno rispetto delle norme Covid-19”?

L’orario di inizio del party è previsto per le ore 22, avremo musica di nuovo fino a tardi?

E, comunque, il volume della musica, anche prima di mezzanotte, può essere così alto come quello che siamo già normalmente costretti a sopportare?

Chiediamo aiuto affinché  vengano rispettate le ordinanze: noi NON vogliamo andare contro le attività (soprattutto se funzionassero come i tanti\tutti i  bar del centro che NON organizzano party o hanno musica alta), devono capire che ci sono delle civili abitazioni e noi il giorno dopo lavoriamo ed a breve (fortunatamente) porteremo i figli a scuola al mattino presto, e la notte “vorremmo” dormire.

La ringrazio e La saluto nella speranza di controlli molto più serrati anche in settimana.

*R.D.