HomenewsNuovo modello Isee: ecco...

Nuovo modello Isee: ecco come compilarlo

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Il modello Isee è l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente e serve in tutto e per tutto ad accedere in maniera agevolata ai servizi proposti dallo Stato, come ad esempio ai: buoni pasto, al pagamento ridotto delle tasse universitarie, all’assistenza infermieristica gratis, all’assistenza a domicilio per persone disabili o non autosufficienti, ai fondi pensionistici per persone anziane, alla riduzione del canone di locazione sulla casa e all’aiuto delle famiglie numerose con problemi economici.

In questa breve guida si cercherà di aiutarvi a capire come compilare esattamente il modello Isee 2015 in maniera corretta: cosi facendo non avrete problemi e, di conseguenza, gli aiuti non tarderanno ad arrivare!

Per prima cosa bisogna assicurarsi di avere a portata di mano: contratto di affitto, ricevute degli affitti pagati (facoltativo) carta di identità e codice fiscale, buste paghe dell’anno precedente (solo per i lavoratori frontalieri) cud dell’anno precedente, eventuali ricevute di debiti in corso (ad esempio, se si è acceso un mutuo).

Come compilare il modello Isee e calcolarlo

Bisogna innanzitutto cercare e compilare i documenti necessari di tutte le persone che compongono il nostro nucleo familiare.

Infatti ad esempio, se si possiede una casa di proprietà, occorrerà la visura di essa, che potrà essere scaricata dal patronato a cui ci si rivolge. Il prezzo solitamente non supera i 5 euro. Questo passaggio è molto importante perché incide moltissimo sul 20% e, di conseguenza, maggiori sono le persone che compongono il nucleo familiare, più l’Isee sarà basso e quindi si potrà accedere a molti più servizi pagando sempre meno.

Modello Isee: documenti

Una volta trovati i documenti, andate al patronato più vicino o presso l’ufficio dei servizi sociali del Comune, dove verrà effettuata la convenzione. Il patronato, ricordatelo,  effettuerà tutti i servizi gratuitamente.

È importante controllare il documento Isee, perché nel caso ci fossero errori di qualsiasi genere, non potrà essere accettato.

Tutti gli Isee oggi vengono controllati dall’Agenzia delle Entrate, mediante le nuove leggi vigenti imposte tramite la circolare Inps del 18 dicembre 2014 (prima non era così): per questo è importante che non ci siano errori.

Per effettuare il calcolo di simulazione, basterà collegarsi al sito dell’Inps dal seguente link: Simulazione Calcolo Isee.

Il modulo Isee (ricordatevi di controllare ed informarvi sempre sulla sua scadenza) va inoltrato all’Inps telematicamente attraverso il sito web indicato e, se accettato, vi consentirà di accedere ai seguenti servizi: pagamento agevolato dei buoni pasto, pagamento agevolato dei libri di testo per i bambini che frequentano le scuole dell’obbligo, ai fondi per gli anziani curati in casa per disabilità o non autosufficienza, al pagamento del canone di affitto della casa (servono anche i soldi dell’affitto versati, ad esempio possono essere richieste le ricevute), ed infine anche il pagamento ridotto delle tasse universitarie.

In questo modo avrete compreso come inviare il modulo sul sito: www.inps.it e compilare “esattamente” in maniera perfetta il modello Isee.

Non dimenticare mai di muoversi per tempo (in modo che, se qualche documento manca, si ha modo di richiederlo) e affidarsi sempre e solo ad un patronato di fiducia.

a cura di Carlo Pareto (responsabile relazioni esterne Inps Pozzuoli)

 

 

spot_img

Ultimi articoli pubblicati