Grazie alle inefficienze delle istituzioni, il Covid può risultare un problema non solo di salute fisica ma anche mentale. E’ la riflessione inevitabile che scaturisce dalla testimonianza di una donna di Pozzuoli contagiata e da ben sei settimane in quarantena volontaria.

Abbandonata se stessa per un mese da chi avrebbe dovuto monitorarne le condizioni cliniche, la nostra concittadina ha scritto un lungo post su Instagram per raccontare cosa le sta accadendo dal 28 agosto, giorno in cui ha avvertito i primi sintomi del coronavirus.

Nelle foto seguenti potrete leggere la versione integrale del suo sfogo.