Niente feste di Carnevale per le piazze e le strade dei comuni della Campania. Lo ha stabilito il presidente regionale De Luca con un’ordinanza firmata poco fa (CLICCA QUI PER LEGGERLA) con cui, fino a tutto martedì prossimo 16 febbraio “è fatto divieto di feste e di ogni altra forma di aggregazione – in luoghi pubblici e privati, all’aperto e al chiuso – nonché di cortei ed altre manifestazioni di qualsiasi forma, connesse al Carnevale” e  “si invitano i Sindaci ad inibire l’accesso alle piazze e ai luoghi tradizionalmente destinati ad iniziative connesse al Carnevale, fatto salvo il transito per l’ingresso agli esercizi e servizi ivi insistenti”.

Nella stessa ordinanza, il Governatore  ribadisce “che, anche alla luce della conferma della circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità, è fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e che rimanga a casa il più possibile”; che “è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte, relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine”; che è necessario  “rispettare le misure raccomandate dalle autorità sanitarie, compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi”, raccomandando i Sindaci e le forze dell’ordine di predisporre “controlli idonei” ad assicurare il rispetto di questi provvedimenti.