Il consigliere Orsi e il sindaco Figliolia

A 50 giorni dalle elezioni, ancora non si conoscono i nomi di tutte le forze politiche che appoggeranno Enzo Figliolia nella sua ricandidatura alla carica di primo cittadino.

Un’incertezza che sta alimentando molte tensioni all’interno dell’attuale maggioranza, soprattutto per le voci (sempre più insistenti) su una presenza di due liste civiche riconducibili a due eletti con l’opposizione, Filippo Monaco (Uniti per Pozzuoli) e Salvatore Maione (Democrazia e Libertà) a sostegno del sindaco uscente.

Filippo Monaco
Salvatore Maione

Nuovi ingressi che pare siano fortemente e personalmente voluti dal Capo dell’Amministrazione, senza però alcuna condivisione con  l’attuale coalizione.

E se i maldipancia nel Pd sono soltanto per ora vociferati e quelli nei “deluchiani” di Campania Libera (Cutolo, Fenocchio e Russo)  appena sussurrati, c’è chi esce allo scoperto con una posizione netta, precisa ed inequivocabile.

Il logo di “Protagonismo Sociale”, la lista di Orsi

Si tratta del consigliere comunale Maurizio Orsi, che dopo aver lasciato prima l’Udc e poi i Verdi, adesso è candidato con la lista civica “Protagonismo Sociale”.

“A tre settimane dalla presentazione delle liste – dice Orsi – il tavolo programmatico della coalizione a sostegno del sindaco  Figliolia,  di cui Protagonismo Sociale fa parte, non è stato ancora convocato. Questa circostanza avvalora sempre di più la tesi dell’avvicinamento a questa coalizione di altre forze che nulla hanno a che fare con questa Amministrazione e con ciò che di positivo essa ha prodotto nei cinque anni di mandato”.

Il logo di “Uniti per Pozzuoli”, la lista fondata da Monaco

Quando gli chiediamo a quali forze si riferisca, Orsi fa nomi e cognomi: “Parlo della lista di cui è promotore il candidato sindaco non eletto col centrodestra, professor Filippo Monaco, e della lista  che fa riferimento al consigliere candidatosi con Fli, Salvatore Maione, entrambi eletti all’opposizione.  Questa condizione –spiega l’esponente di Protagonismo Sociale-  riporterebbe la città indietro di 24 anni, al periodo in cui Figliolia, Monaco e la famiglia Maione si allearono contro l’allora futuro sindaco Aldo Mobilio in una coalizione che gran parte della città disprezzò al punto tale da affibbiarle un infamante nomignolo.

Il logo di “Democrazia e Libertà”, la lista voluta da Maione

“Se così fosse – conclude Orsi – ho già comunicato al Sindaco e alle forze di coalizione che Protagonismo Sociale non potrebbe mai partecipare ad una competizione elettorale con forze che nessun valore aggiunto porterebbero all’attuale maggioranza, a differenza di chi, invece, come il consigliere Fenocchio, pur se da me criticato inizialmente, ha dimostrato un’appartenenza politica ed ha dimostrato un fattivo contributo alla realizzazione del programma. Ribadisco dunque l’invito, già fatto personalmente, al sindaco Figliolia affinchè comunichi pubblicamente,  nel più breve tempo possibile, la composizione della coalizione che lo sosterrà alle elezioni dell’11 giugno”.

Un appello alla chiarezza che non potrà essere ignorato e di cui sarà interessante seguire gli sviluppi.