Poco meno di due ore fa si è concluso un incontro in Municipio tra il sindaco Enzo Figliolia e una delegazione di genitori dei ragazzi che svolgono attività sportiva presso il palaTrincone di Monterusciello, sul cui futuro si addensano nubi sempre più fosche.

L’impianto, infatti, dopo aver ospitato le gare di tennis tavolo delle Universiadi grazie alla sua costosa ristrutturazione, è rimasto aperto soltanto per le attività natatorie in piscina ma interdetto a qualsiasi altra disciplina.

Un groviglio burocratico non da poco, quello che riguarda la struttura di via Cosimo Miccoli, dove non solo c’è un gestore di fatto “abusivo” da sette anni e moroso da 16, ma  su cui i vigili del fuoco (come ha sottolineato il Movimento Cinque Stelle in un post durissimo nei confronti del Capo dell’Amministrazione) hanno rilevato anche profili di inagibilità per l’eccessiva altezza di alcuni gradoni.

Alle mamme dei giovani atleti, Figliolia ha detto varie cose.

Innanzitutto, ha assicurato che la questione dei gradoni sarà risolta, probabilmente attraverso ulteriori lavori finanziati dall’Agenzia Regionale per le Universiadi, e che, nel frattempo, la gradinata superiore del palasport verrà resa agibile soltanto parzialmente, sottolineando di non aver ritenuto opportuno sollevare il problema per non correre il rischio di perdere Pozzuoli come sede dei Giochi Universitari, visto che per quella manifestazione erano autorizzati solo 450 posti sugli spalti.

Per quanto riguarda invece la gestione dell’impianto, Figliolia ha confermato che, entro la prossima settimana, sarà pubblicata una manifestazione di interesse per la gestione della struttura fino al nuovo bando di concessione, dunque per un periodo iniziale di 9 mesi.

Il Sindaco ha anche specificato che, alla manifestazione di interesse, così come al futuro bando, non potrà partecipare nessuna società che abbia debiti con il Comune.

Nello specifico, il Primo Cittadino ha spiegato ai genitori che il debito accumulato dallo Sporting Club Flegreo nel corso del tempo con il Municipio ammonterebbe a circa mezzo milione di euro soltanto per la fornitura idrica (più altri soldi da pagare per la tassa sui rifiuti: in questo caso però, visto che il contenzioso aperto in commissione tributaria ha dato esiti contrastanti nelle sentenze finora emanate sul caso, si potrebbe arrivare anche ad una transazione).

Figliolia ha anche aggiunto che finora ha tenuto “il carro per la discesa” per non privare Monterusciello di un’attività sociale importante e di grande prestigio per la città, visti i numerosi campioni che hanno dato lustro a Pozzuoli grazie all’impegno dello Sporting Club.

Ma la fascia tricolore ha anche sottolineato di aver più volte, personalmente e attraverso gli uffici, vanamente sollecitato la società a mettersi in regola con le forniture idriche, anche attraverso una rateizzazione degli importi, e che adesso però è arrivato il momento in cui ognuno deve assumersi le proprie responsabilità nei confronti della collettività per queste somme mai pagate.

Vedremo dunque adesso cosa accadrà.

Anche alla luce della volontà espressa dal Sindaco di chiedere al Consiglio Comunale di abbassare le tariffe Tari per le società sportive che occupano impianti del Municipio, in modo da agevolarne l’attività specie dove mancano luoghi di aggregazione.

Commenti