L’auspicio è che non accada nulla di grave, ma fare affidamento sulla buona sorte, notoriamente bendata, è sempre molto azzardato.

Dunque, bisogna intervenire al più presto per eliminare un grosso rischio per la pubblica e privata incolumità che si è creato a via Napoli, tra la fine di via Matteotti e l’inizio del corso Umberto, proprio di fronte all’edicola.

Qui, infatti, la bufera di vento abbattutasi sul lungomare due notti fa (con raffiche fino a quasi 100 chilometri orari) ha quasi sradicato dalla sua base un palo pubblicitario contenente quattro insegne rettangolari (nella foto grande in alto).

Inclinato su un fianco e traballante al tatto, il pesante manufatto, alla prima sollecitazione, potrebbe precipitare o sul marciapiede o sull’adiacente spiazzo, da anni adibito ad area di sosta per le auto.

Con gravi pericoli sia per i malcapitati pedoni sia per le vetture parcheggiate al di là del muretto.

Visto che il danno risale ad almeno 36 ore fa, cosa si aspetti ad intervenire non si sa.

Magari, adesso al Comune ne saranno informati e prenderanno nota.

E magari prenderanno pure provvedimenti prima che quel palo faccia danni a persone o cose e produca, nella migliore delle ipotesi, richieste di risarcimento a carico dell’intera collettività.